Si abbatte la cancellata della vecchia scuola, “Di più per Nova” le fa il “funerale”

Manifestazione di protesta per la demolizione del muro dello storico edificio di via Roma.

Si abbatte la cancellata della vecchia scuola, “Di più per Nova” le fa il “funerale”
Desiano, 30 Gennaio 2018 ore 09:30

Si abbatte la cancellata della ex scuola e “Di più per Nova” le fa il “funerale”. La lista civica, contraria all’abbattimento voluto dall’Amministrazione comunale, domenica mattina ha dato l’addio, con tanto di lumini, della recinzione della vecchia «Ignoto Militi» di via Roma. I lavori di demolizione sono in corso in questi giorni.

L’estremo saluto con manifesti e lumini

Gli attivisti del gruppo si sono trovati davanti all’edificio di via Roma, che fu la prima scuola di Nova Milanese, per l’estremo saluto alla storica recinzione. «Addio vecchia cara cancellata, ti assassinano. E’ una recinzione storica, un bene della città, tempo fa erano state raccolte anche delle firme per non abbatterla, quindi non si sta rispettando il volere dei cittadini» denuncia il consigliere Antonio Colombo, in prima linea insieme a  Massimo Magro e Franca Furci. Ma insieme all’addio, come scritto nel cartello affisso alla recinzione, con tanto di foto storica, «Di più per Nova» fa anche una promessa: «Noi ti ricostruiremo tale e quale».

Iniziati i lavori di abbattimento

Questa settimana sono iniziati i lavori per creare uno spazio aperto verso la piazza della Casa delle Arti e dei Mestieri. Un intervento che nell’intento dall’Amministrazione comunale renderà la nuova sede delle associazioni più visibile, fruibile ai cittadini e integrata col centro cittadino. Il muro divisorio che corre intorno all’edificio viene dunque demolito mentre il cancello storico sarà conservato nel magazzino del Comune. Il passo carraio sarà trasferito su via Vertua. I lavori dureranno 30 giorni, poi si passerà alla sistemazione del giardinetto sul retro della vecchia scuola. «Questi interventi sono finalizzati a valorizzare il centro rendendolo più percorribile, arioso e aperto. Entro fine aprile i lavori dovrebbero essere» spiega il sindaco Rosaria Longoni.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia