Si butta nel Lambro: rapinatore rischia di affogare

Il malvivente è stato portato in salvo dai militari che si sono a loro volta tuffati nel fiume

Si butta nel Lambro: rapinatore rischia di affogare
Monza, 30 Novembre 2017 ore 11:00

Si butta nel Lambro per sfuggire ai Carabinieri, ma rischia di affogare. E’ stato salvato dai militari uno dei due rapinatori che ieri, mercoledì, hanno seminato il panico tra Monza e Lissone.

Tutto è iniziato la mattina a Lissone, quando due italiani, un 35enne residente a Muggiò con precedenti e un napoletano incensurato di 26 anni residente a Nola, hanno puntato la pistola contro un uomo per rubargli l’auto, una Fiat Tipo nuovo modello.

Due anziane rapinate a Monza

Col veicolo hanno raggiunto Monza. Lì hanno rapinato un’anziana in centro, buttandola a terra. Dopo dieci minuti hanno colpito una seconda volta, prendendo di mira sempre una signora anziana. Immediatamente sono state allertate le Forze dell’ordine che hanno diramato la nota di ricerca.

I complici sono stati intercettati da una pattuglia dei Carabinieri lungo viale Cesare Battisti. E’ quindi iniziato un inseguimento per le strade di Monza che, passando per via Petrarca (imboccata dai malviventi in contromano) è finita in via Boccaccio, nella tratta senza uscita che costeggia il Lambro, nei pressi del Santuario di Santa Maria delle Grazie.

Uno dei rapinatori si butta nel Lambro

All’altezza del ponte le due auto si sono scontrate. Uno dei due rapinatori è scappato. L’altro, sentendosi ormai braccato, si è buttato nel Lambro. Peccato che l’acqua fosse alta e che il rapinatore in questione non sapesse nuotare. Senza pensarci due volte i carabinieri si sono buttati, lo hanno preso e gli hanno tolto i vestiti per alleggerirlo e far sì che la corrente non lo trasportasse via. Lo hanno quindi portato in salvo.

Poco dopo anche il complice è stato rintracciato in una via parallela. Addosso hanno trovato loro anche un coltello serramanico da 30 centimetri che sarebbe stato riconosciuto dalle vittime.

L’auto incidentata è stata rimossa dalla società di soccorso stradale Lanzanova.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia