Si mangia, si beve e si impara con la Magnalonga

Aperte le iscrizione all'ottava edizione della camminata enogastronomica della Pro loco di Besana

Si mangia, si beve e si impara con la Magnalonga
Caratese, 03 Agosto 2018 ore 17:43

La Magnalonga scalda i motori. Sono aperte le iscrizioni all’ottava edizione della bella camminata enogastronomica organizzata dalla Pro loco di Besana per domenica 16 settembre.

La Magnalonga scalda i motori

Quando l’estate volge al suo termine e l’autunno con i suoi colori si appropria del paesaggio della Brianza, la Pro Loco di Besana propone una passeggiata tra buon cibo, natura e cultura. Domenica 16 settembre protagonista sarà infatti l’ottava edizione della Magnalonga di Besana in Brianza, un percorso enogastronomico lungo i sentieri capestri per scoprire, tra una degustazione e l’altra, le ville di delizia con i loro parchi e la loro storia, piccole chiese e suggestivi angoli.

La partenza è prevista come sempre dalla Serra del parco di Villa Filippini, sede della Pro Loco, pochi passi e nel cortile della neoclassica Villa Filippini, l’aperitivo di benvenuto.  Da Villa Filippini si è subito a contatto con l’atmosfera medievale di Besana inferiore. Ecco Villa Dragoni e la quattrocentesca chiesa di Santa Caterina d’Alessandria. Da qui lungo la via Gariberto  i resti di quello che nel 1000 era il castello dei Da Besana.

Terza tappa, la frazione di Montesiro dove, alla Cascina Bressanella, ad attendere i “magnalonghisti” saranno gli antipasti brianzoli. Per i primi, preparati dai cuochi dell’Istituto alberghiero Ballerini di Seregno,  si dovrà raggiungere l’oratorio di via San Siro.

A Casaglia per il sorbetto

Quarta tappa, Casaglia, per un rifrescante sorbetto in vista del secondo. Il cosciotto di maiale da gustare nel giardino dell’asilo di Villa Raverio. 

“Passando per il centro storico di Villa Raverio ci ritroveremo nel verde e quindi percorrendo un sentiero eccoci a Rosnigo, piccolo borgo quattrocentesco, con l’oratorio di Santa Maria Maddalena, villa Boltraffio, Villa Bulli e Villa Pirotta – Clerici ora Villa Luisa, dove sarà d’obbligo una sosta per ammirare lo splendido parco e gustare formaggi e miele” ha continuato a snocciolare il programma Angelo Viganò, presidente della Pro loco.

“Lasciata Villa Luisa, un ultimo sforzo! Pochi passi ed raggiungeremo Rigola, altra piccola località, incentrata sul complesso di Villa Fossati. Costruita nel 1618 e con un illustre passato, la villa ora sede della scuola paritaria “Pio Istituto dei figli della provvidenza Don Carlo San Martino” ci accoglierà con il suo splendido parco all’inglese, la quadreria del conte Stefano Stampa e la cappellina dedicata alla Madonna della neve, dove riposano i resti di Teresa Borri, seconda moglie di Alessandro Manzoni, e della famiglia Stampa”.

“Sarà l’ultima tappa e lì si concluderà la nostra passeggiata”.  Ma non la giornata. Infatti, dopo il dolce e un buon caffè, in attesa di essere riportati al punto di partenza, gran finale con intrattenimento musicale e con la possibilità di una visita guidata alla struttura accompagnati dagli allievi della scuola di Rigola.

Aperte le iscrizioni

Le iscrizioni sono aperte. www.prolocobesana.it , 334-2655612, 377-4118524,  info@prolocobesana.it.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia