Cronaca
L'aggressione in centro Monza

Si rifiuta di offrire il drink: minorenne preso a calci e pugni

Identificati i responsabili: sono un 16enne e un 17enne di Lissone

Si rifiuta di offrire il drink: minorenne preso a calci e pugni
Cronaca Monza, 30 Settembre 2021 ore 09:18

Si rifiuta di offrire il drink: minorenne preso a calci e pugni. E' accaduto nella notte tra sabato e domenica scorsi a Monza, in centro.

Si rifiuta di offrire il drink

Secondo quanto ricostruito dagli agenti della Polizia di Stato, i due aggressori, anche loro molto giovani, si sono avvicinati alla vittima chiedendogli di offrir loro un drink o di lasciarli bere dal suo bicchiere. Al rifiuto del ragazzo, i due hanno iniziato ad alzare i toni minacciandolo e spintonandolo.

Minorenne preso a calci e pugni

Lui ha reagito lanciandogli il liquido rimasto nel bicchiere. Un "affronto" che i due non gli hanno perdonato. Prima lo hanno colpito con un pugno al volto che lo ha fatto cadere a terra, poi è stato preso a calci in testa mentre era ancora a terra. Un calcio lo ha raggiunto al volto. A quel punto uno dei due ha detto all'altro che stavano esagerando e che sarebbe stato meglio scappare.

Le indagini della Polizia

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Questura che hanno ricostruito i fatti attraverso le testimonianze degli amici della vittima che è stata trasportata in pronto soccorso da una ambulanza.

I poliziotti, nel raccogliere informazioni, hanno notato la presenza di telecamere di videosorveglianza e ne hanno acquisite le immagini. Fatto che si è rivelato decisivo, visto che le immagini hanno permesso di identificare e rintracciare i due aggressori.

Identificati i due aggressori

I due, un italiano ed un egiziano di 16 e 17 anni residenti a Lissone, sono stati condotti in Questura e segnalati all’Autorità giudiziaria, prima di essere affidati ai genitori.

Necrologie