Cronaca

Si spaccia per un addetto del Tribunale: anziana derubata in pieno centro

La segnalazione alla Polizia di Stato è arrivata mercoledì pomeriggio. A chiamare gli agenti è stata la figlia della signora

Si spaccia per un addetto del Tribunale: anziana derubata in pieno centro
Cronaca Monza, 30 Settembre 2017 ore 16:00

Ancora una truffa ad una anziana: la donna raggirata in casa e derubata di diversi monili in oro 

Anziana truffata in pieno centro

Nuova truffa ai danni di un'anziana in pieno centro storico. La segnalazione alla Polizia di Stato è arrivata mercoledì pomeriggio: a chiamare gli agenti è stata la figlia della signora, la quale riferiva agli agenti che la madre, poco prima, era stata raggirata e derubata da due persone.

La dinamica della truffa

L'anziana si trovava sola in casa quando intorno alle 15.30 è stata contattata telefonicamente da un uomo che riferiva di essere del Tribunale di Monza. In sostanza il truffatore ha raccontato alla donna che poco prima il figlio aveva causato un incidente stradale a Milano e che in quel momento si trovava in Tribunale con lui per pagare i danni, ben 72mila euro.

L’anziana donna dopo essersi assicurata che il figlio stesse bene ha spiegato al truffatore che non aveva contante in casa per poter pagare i danni ma che avrebbe dato mandato alla sua banca di emettere un assegno bancario il giorno seguente.

La cauzione da consegnare subito

A quel punto il truffatore ha avvisato l'anziana di 85 anni che, in attesa dell’assegno bancario, avrebbe dovuto consegnare una cauzione con tutto quello che aveva di valore in casa, come argenteria e oro e che sarebbe passata a breve un'incaricata del Tribunale di Milano a recuperare il tutto.

Preoccupata la signora ha atteso la finta incaricata che è arrivata poco dopo. Una volta giunte all'interno dell'appartamento l'anziana ha aperto la cassaforte e ha consegnato tutti gli oggetti di valore - collane, anelli, orecchini in oro e due caffettiere in argento - alla truffatrice che si è allontanata subito dopo facendo perdere in breve tempo le sue tracce.

Gli agenti della Polizia di Stato, giunti sul posto dopo la segnalazione, hanno perlustrato inutilmente la zona alla ricerca dei probabili autori del fatto. Sono in corso indagini per risalire agli autori della truffa. La Polizia locale, proprio in merito alle ripetute truffe che si stanno verificando sul territorio, lancia un appello a prestare attenzione e a chiamare, in caso di dubbi, il commissariato più vicino.

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie