Il provvedimento

Sorpresi a rivendere rifiuti speciali, il giudice li condanna a svolgere lavori sociali gratuiti in Comune

Accade a Trezzo sull'Adda, dove tre operai che nel 2018 erano stati colti sul fatto dalla Polizia Locale ora si dovranno mettere al servizio della comunità.

Sorpresi a rivendere rifiuti speciali, il giudice li condanna a svolgere lavori sociali gratuiti in Comune
Cronaca Trezzo, 22 Maggio 2021 ore 10:44

Sopresi a rivendere rifiuti speciali, il giudice li condanna a svolgere lavori sociali gratuiti in Comune. E’ accaduto a Trezzo sull’Adda.

Sorpresi a rivendere rifiuti, dovranno svolgere lavori sociali gratuiti a Trezzo sull’Adda

Tre anni fa vennero sorpresi dagli agenti della Polizia Locale in un parcheggio nei pressi del casello autostradale. Li beccarono mentre erano intenti a rivendere del materiale ferroso, che avrebbe dovuto essere invece smaltito correttamente in discarica, a tre soggetti. Alla fine i “rivenditori abusivi”, oltre a essere stati multati, sono stati condannati dal giudice a svolgere gratuitamente lavori sociali per il Comune di Trezzo sull’Adda.

“La lotta al degrado è una priorità per l’Amministrazione”

Soddisfatto il sindaco Silvana Centurelli per il provvedimento emesso al tribunale e per l’operato della Municipale in città. Da tempo infatti gli agenti della Polizia Locale sono impegnati in diverse operazioni in difesa dell’ambiente e il decoro urbano. Poco tempo fa, per esempio, avevano sanzionato un uomo che si era disfatto delle ramaglie buttandole in una scarpata lungo il fiume Adda.

“La lotta al degrado su tutto il territorio e in ogni sua forma è una priorità per l’Amministrazione comunale”.

Questo il commento del primo cittadino a seguito della sentenza del giudice emessa nei confronti dei tre soggetti che volevano vendere rottami ferrosi.

Necrologie