circolazione

SP13 Monza – Melzo: test di carico superato per il cavalcavia di via Archimede

Ottenuta la certificazione di idoneità statica e dichiarazione di transitabilità dopo l’urto di novembre. Via il limite delle 3,5 tonnellate sopra il ponte.

SP13 Monza – Melzo: test di carico superato per il cavalcavia di via Archimede
Vimercatese, 08 Aprile 2020 ore 08:47

Test di carico superato per il cavalcavia di via Archimede in Agrate Brianza, sulla SP13 “Monza – Melzo”. Via il limite delle 3,5 tonnellate sopra il ponte.

SP13 Monza – Melzo: test di carico superato

È arrivato l’esito delle prove – eseguite dalla Provincia di Monza e Brianza nella notte tra il 6 e 7 marzo 2020 – con cui si rilascia il certificato di idoneità statica e la dichiarazione di transitabilità al manufatto, oggetto di sinistro lo scorso novembre. Il ponte aveva subito alcuni danni lo scorso 13 novembre, quando un automezzo con gru a seguito rimasta impropriamente sollevata, aveva urtato le travi del manufatto mentre percorreva il segmento di via Archimede soggiacente al ponte. (LEGGI QUI L’ARTICOLO)

Libero transito ai mezzi ordinari

Nella nota rilasciata dalla società incaricata si conferma che le lavorazioni di ripristino, eseguite in somma urgenza, hanno consentito di conseguire la riabilitazione del cavalcavia al libero transito dei mezzi ordinari entro i limiti previsti da codice della strada (ovvero con massa contenuta entro le 44 ton)”. Il costo complessivo delle opere eseguite ha un valore di 220 000.00 euro, di cui ben 200 000.00 euro rifusi a Provincia MB dall’assicurazione della società proprietaria del mezzo.

Nel certificato di idoneità e dichiarazione di transitabilità si sintetizza che il ponte, dopo essere stato sottoposto all’azione di 12 autocarri carichi per totali 456 tonnellate, risulta idoneo a sopportare i carichi verticali dovuti al passaggio di mezzi con massa complessiva massima pari a 44 ton per ogni senso e corsia di marcia, fornendo specifiche indicazioni – in termini di limitazioni e prescrizioni – in ordine al transito dei trasporti eccezionali.

Via il limite delle 3,5 tonnellate sopra il ponte

Nei prossimi giorni, alla luce di questo esito positivo, verrà revocata l’ordinanza di divieto di transito ai carichi superiori alle 3,5 tonnellate, assunta lo scorso 14 novembre ad incidente avvenuto e, compatibilmente con l’emergenza sanitaria in corso, verrà rimossa dal cavalcavia la segnaletica di limitazione.

“Questa è sicuramente una buona notizia che arriva in giornate difficili: abbiamo eseguito le prove di carico nel pieno dell’emergenza sanitaria e, grazie anche allo smart working, siamo riusciti a concludere l’iter per rimettere a pieno regime l’uso del ponte dopo i lavori di somma urgenza, conseguenti all’urto delle travi da parte di un autocarro. La SP13 è un’arteria strategica per la Brianza ed i lavori di ripristino necessari avevano creato qualche problema alla viabilità: adesso è fondamentale, pensando alla fine della quarantena, garantire condizioni di piena transitabilità delle nostre strade, per supportare la ripresa delle tante aziende che devono recuperare produttività. Anche per questo, la Provincia non si ferma.” – commenta il Presidente Luca Santambrogio.

Ponte in via Archimede: i lavori eseguiti

Lo scorso 13 novembre, un automezzo con gru a seguito rimasta impropriamente sollevata, aveva urtato le travi del manufatto mentre percorreva il segmento di via Archimede soggiacente al ponte.

La Provincia MB aveva tempestivamente assunto, in via cautelativa, un provvedimento di divieto di transito di mezzi con massa > 3.5 ton sulla SP13 e aveva fatto contestuale ricorso ad una procedura di somma urgenza, per verificare ed analizzare i danni subiti, redigere il progetto di risanamento e predisporre tutti gli atti necessari.

I lavori di ripristino sono stati realizzati a gennaio con l’interdizione al traffico veicolare del tratto di via Archimede soggiacente al ponte, per consentire l’approntamento di ponteggio. In particolare sono stati eseguiti ripristini geometrici e materici delle travi danneggiate, applicate fibre polimeriche di rinforzo a flessione e taglio e montate strutture metalliche di rinforzo agli appoggi delle due travi maggiormente compromesse. Già il 14 febbraio la viabilità sotto il ponte era stata riattivata, grazie alla rapida esecuzione dei lavori.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia