Spaccio di droga: fermati due pusher a Monza

Il primo è stato arrestato, l'altro, un disoccupato, è stato indagato in stato di libertà

Spaccio di droga: fermati due pusher a Monza
Cronaca 01 Luglio 2017 ore 18:52

Spaccio di droga: fermati due pusher a Monza. Il primo, S.D. 21enne originario della Costa D’Avorio, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio. L’altro, B.F., disoccupato 34enne residente a Lissone, è stato indagato in stato di libertà per il medesimo reato. Le due operazioni, entrambe eseguite dalla Polizia di Stato ed entrambe volte al contrasto del fenomeno dello spaccio, si sono svolte tra lunedì e ieri, martedì.

L’arresto in piazza Artigianelli

Lunedì verso mezzogiorno gli agenti del Commissariato di viale Romagna hanno arrestato il flagranza di reato S.D., originario della Costa D’Avorio, come si diceva, ma di fatto residente ad Agrate e in possesso di richiesta di protezione internazionale. La volante era impegnata nei controlli del territorio quando, passando per piazza Artigianelli, hanno visto cinque uomini, tutti di origini straniere, sostare lì, apparentemente senza fare nulla. Considerato che la zona è da tempo teatro di numerose attività illecite, gli agenti hanno deciso di fare dei controlli. In particolare, ad attirare l’attenzione degli agenti, è stato lo zainetto rosso e nero indossato dal 21enne. Hanno quindi proceduto con la perquisizione, dalla quale è emerso come, in effetti, nello zaino ci fosse un sacchetto giallo contenente droga. In particolare hanno trovato 22 bustine di cellophane trasparente termosaldate contenenti 17,7 grammi di sostanza stupefacente. Hanno inoltre trovato un portafoglio da donna contenente 215 euro in contanti. Il 21enne è stato quindi arrestato e portato in Commissariato per essere fotosegnalato.

Denunciato un italiano in via Boccaccio

Ieri pomeriggio, invece, hanno fermato un 34enne di Lissone nei pressi di via Boccaccio. Gli agenti stavano perlustrando il territorio quando hanno notato la presenza di un individuo sospetto. Quest’ultimo, alla vista della volante, ha cambiato direzione. Un atteggiamento che ha fatto insospettire gli agenti che lo hanno fermato e identificato. Si tratta di un disoccupato lissonese con precedenti per reati legati allo spaccio. L’uomo, alle domande degli agenti, si è mostrato nervoso e preoccupato. Chieste spiegazioni circa la sua presenza in via Boccaccio, ha spontaneamente ammesso di avere con sé una piccola dose di marijuana. E’ stato quindi perquisito. Complessivamente aveva 1,40 grammi di sostanza già divisa in dosi, nonché 0,53 grammi di cocaina. Non solo. Aveva anche 120 euro in contanti di diverso taglio e un accendino che, verosimilmente, utilizzava per il confezionamento delle dosi. E’ stato quindi indagato per detenzione ai fini di spaccio.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità