Spettacolare inseguimento a Trezzo finisce con uno schianto e una fuga scalza

Un topo d'auto è scappato a bordo di un furgone inseguito da un agente della Polizia Locale fino ad arrestare la corsa contro un cordolo a Concesa.

Spettacolare inseguimento a Trezzo finisce con uno schianto e una fuga scalza
02 Agosto 2018 ore 20:01

Un agente della Polizia Locale ha dato vita a un inseguimento con un topo d’auto a bordo di un furgone per le vie della città di Trezzo. Una fuga pericolosa terminata con uno schianto a Concesa.

Prima la segnalazione e poi l’inseguimento

Domenica alle 10.30 il Comando ha ricevuto dalla stazione dei Carabinieri di Trezzo la richiesta per collaborare al recupero di un furgone, modello Fiat Fiorino, in quanto provento di furto, indicato in sosta nel parcheggio di via Ferdinando Santi. L’agente scelto Domenico Giove a bordo di un’auto di servizio, mentre si recava sul posto, ha incrociato il furgone condotto da un uomo che si è immediatamente dato alla fuga a folle velocità.

La fuga pericolosa e poi lo schianto

Il mezzo del fuggitivo è stato visto imboccare contromano una serie di rotatorie e, in prossimità dei dossi stradali, sollevarsi dal suolo per poi ricadere rovinosamente, rischiando più volte di catapultarsi. Ha imboccato viale Lombardia, via Carcassola e varie vie di Concesa finendo la corsa vicino al cimitero di Concesa. Il conducente ha infatti perso il controllo del furgone e si è andato a schiantare contro il cordolo di una aiola ribaltando nel prato retrostante, con conseguente esplosione di un pneumatico.

Caccia al fuggitivo scalzo

Il fuggitivo si è dato alla fuga, a piedi nudi, dopo aver scalciato le ciabatte infradito di colore arancione che indossava, perché gli intralciavano i movimenti. Intanto sul posto è giunta una seconda pattuglia della Polizia Locale che si è messa sulle sue traccie. Il ladro ha quindi percorso di corsa via Valfregia, attraversando il terreno e gli edifici dell’omonima Scuderia, per inoltrarsi nella retrostante area boschiva, resa impenetrabile da cumuli di rovi e vegetazione infestante.

Si è dileguato nel parco di Villa Castelbarco

A dare supporto alla Locale è giunto anche un mezzo del Comando Compagnia dei carabinieri di Vimercate, ma l’appiedato è riuscito comunque a darsi alla macchia, nel territorio di Vaprio d’Adda nei pressi della vasta tenuta di Castelbarco.

Le videocamere lo hanno immortalato

Le ricerche messe in atto nel Parco e lungo le alzaie della Martesana e dell’Adda nelle ore successive si sono rivelate vane. Ma il fuggitivo non aveva fatto i conti con il “grande fratello”. E’ stato infatti ripreso da alcune telecamere di videosorveglianza i cui filmati sono al vaglio per risalire alla identità del fuggitivo. Sono stati pure trasmessi ad altre Forze dell’Ordine della Bergamasca qualora il malvivente venga riconosciuto.

Il furgone è stato usato per delinquere

Le indagini si sono poi concentrate sul veicolo utilizzato per la fuga.  Dalle analisi del tracciato del localizzatore satellitare Gps è emerso che il furto è avvenuto presso un’azienda di Bolgare in provincia di Bergamo. Il mezzo è stato poi utilizzato nei giorni precedenti da malviventi presso molti Comuni della cintura Bergamasca, nello stesso capoluogo orobico e in altri Comuni confinanti  col territorio milanese.

Le indagini si allargano

Gli inquirenti vertono sull’ipotesi investigativa del furto di veicoli commerciali leggeri da parte di persone dell’Est Europa che a bordo di questi mezzi battono poi il territorio alla ricerca di obiettivi e di occasioni per compiere furti o reati di tipo predatorio.

Il plauso dell’assessore Centurelli

“Ringrazio la professionalità e l’efficienza della Polizia Locale e in particolare dell’agente Scelto Giove”, ha dichiarato l’assessore alla Sicurezza Silvana Centurelli.  “Ha intercettato, recuperato e restituito il mezzo al proprietario, impedendo che venisse usato per attività illecite – ha ripreso – In particolare, per compiere furti nelle abitazioni. L’episodio conferma la necessità di una presenza incisiva e costante delle Forze dell’Ordine sul territorio e che la Polizia Locale, con sprezzo del pericolo, ha garantito anche in questa occasione”.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere le altre notizie del giorno

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve