Spinelli mattutini prima del suono della campanella: arrestato 19enne

Il giovane, che spacciava davanti a una scuola superiore, aveva come base il dehor di un bar

Spinelli mattutini prima del suono della campanella: arrestato 19enne
20 Gennaio 2020 ore 11:19

Spinelli mattutini prima del suono della campanella: arrestato 19enne. Il giovane, che spacciava davanti a una scuola superiore, aveva come base il dehor di un bar.

Spinelli prima di entrare in classe: arrestato 19enne

Personale del Nucleo operativo di Polizia Giudiziaria della Polizia Locale, in sinergia con il Nucleo mobile della Guardia di Finanza di Sesto San Giovanni, nell’ambito del progetto “Scuole Sicure”, ha tratto in arresto nei giorni scorsi uno spacciatore di 19 anni, intento a cedere sostanze stupefacenti ad alcuni studenti di un istituto superiore di Sesto San Giovanni. Il ragazzo aveva creato una piccola location all’interno del dehor di un bar poco distante dal plesso, nella quale, oltre a vendere le sostanze agli acquirenti, dava loro anche la possibilità di consumarle. La clientela era per lo più costituita da studenti dell’istituto superiore, che arrivando leggermente in anticipo rispetto agli orari di lezione si concedevano una “canna” prima di iniziare la quotidiana attività scolastica.

Perquisita la casa del giovane: spunta altra droga

Oltre a un quantitativo di hashish nell’immediata disponibilità del giovane, veniva rinvenuto un bilancino e altro materiale utile al confezionamento delle dosi. Una perquisizione domiciliare avvenuta in provincia di Lecco, luogo di residenza dello spacciatore, permetteva di rinvenire, occultata in un pc, un ulteriore quantitativo di sostanza pronta per essere confezionata.

Prima era stato denunciato un altro spacciatore

Sempre il personale del Nucleo mobile della Guardia di Finanza e del Nucleo operativo di Polizia Giudiziaria di Sesto San Giovanni pochi giorni prima (e a seguito di una veloce attività di indagine) aveva proceduto col denunciare in stato di libertà un altro spacciatore di 20 anni. Il giovane, gravato da piccoli precedenti, aveva allestito il suo “ufficio” nel suo appartamento popolare di proprietà del Comune. Gli agenti, con l’ausilio dell’Unità cinofila della Guardia di Finanza, hanno proceduto col sequestrare circa 80 grammi di hashish rinvenuti all’interno dell’abitazione. Le operazioni sono state portate a termine senza complicazioni, malgrado all’interno dell’immobile vi fosse un cane maschio adulto, di razza pitbull.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE