Spruzzano spray al peperoncino sul bus, malesseri tra i passeggeri

Ancora ignoti gli autori, ma durante le indagini la Polizia scopre tre magrebini che nascondevano droga.

Spruzzano spray al peperoncino sul bus, malesseri tra i passeggeri
Monza, 14 Novembre 2018 ore 12:24

Spruzzano spray al peperoncino sul bus, malesseri tra i passeggeri. Sul posto la Polizia di Stato, scagionati i tre presunti responsabili che però nascondevano droga.

Spruzzano spray al peperoncino sul bus

Ieri, martedì 13 novembre, intorno alle 14,20, la Polizia di Stato  è stata chiamata in via Borgazzi a Monza dal conducente di un  bus perché qualcuno aveva spruzzato  all’interno del mezzo dello spray al peperoncino, causando lieve malessere tra gli altri passeggeri. Bus che è stato portato poi giocoforza in deposito per la pulizia.

La Polizia sta visionando la registrazione delle telecamere di sicurezza installate sull’autobus per  individuare gli autori del gesto. In un primo momento, ascoltate alcune testimonianze,  si pensava che a spruzzare lo spray fossero stati tre cittadini magrebini, tutti irregolari sul territorio nazionale. Questi sono stati immediatamente fermati. Avevano con loro 3 grammi di cocaina, 12 grammi di hashish e un telefono cellulare rubato venerdì scorso al passeggero di un treno.  Al momento non ci sono prove che siano stati loro a spruzzare lo spray ma qualche guaio lo passeranno comunque.

“Non è una ragazzata”

La Polizia in un comunicato alla stampa invita tutti a tenere  conto delle conseguenze di gesti simili. Quella che qualcuno potrebbe definire “una ragazzata può comportare una denuncia per interruzione di pubblico servizio (delitto che prevede la pena fino ad un anno di reclusione)  e getto di cose pericolose (punito con l’ammenda fino a 206 euro) oltre al risarcimento dei danni causati all’azienda dei trasporti, che potrebbero essere diverse migliaia di euro. Senza considerare le spese legali che gli autori, o i genitori qualora minorenni, dovranno sostenere”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia