Stazione di Cesano Maderno sempre più nel degrado FOTO

Ogni tipo di rifiuto, escrementi e siringhe usate e abbandonate. I cittadini sono esausti.

Stazione di Cesano Maderno sempre più nel degrado FOTO
Seregnese, 29 Novembre 2018 ore 18:48

Stazione di Cesano Maderno sempre più nel degrado. Ogni tipo di rifiuto, escrementi e siringhe usate e abbandonate. Ecco le foto scattate da un cittadino

Stazione di Cesano Maderno sempre più nel degrado

Sporcizia, bottiglie abbandonate, ma sopratutto siringhe utilizzate e lasciate a terra. Un vero e proprio pericolo per i tanti pendolari che ogni giorno attraversano la stazione per andare a prendere il treno della linea Saronno-Seregno.

Siamo alla stazione di Cesano Maderno e le foto che vi proponiamo di seguito sono state scattate nella serata di ieri, mercoledì 28 novembre 2018, da uno dei tanti cittadini indignati dallo stato di degrado in cui versa, da anni, la piccola stazione brianzola.

3 foto Sfoglia la gallery

Una situazione diventata intollerabile

Una situazione che, lamentano i cittadini, è sempre meno tollerabile in una zona dove ogni giorni passano decine di persone. Proprio per questo i residenti chiedono a gran voce maggiori controlli e una rigorosa pulizia.

Sulla questione in queste ore è intervenuto il Coordinatore provinciale di Forza Nuova Monza Brianza, Luca Giugno.

“Come gruppo sono anni che cerchiamo di far capire prima alla giunta Ponti poi alla giunta Longhin, la situazione di degrado che regna da anni in quella stazione a qualsiasi ora del giorno e della notte. Abbiamo chiesto una pattuglia fissa nelle ore con maggior affluenza e nelle ore serali. Abbiamo chiesto telecamere per il controllo della stazione, sottopassi e parcheggi limitrofi, ma la risposta è stata che la  stazione è un posto sicuro e che siamo noi che alimentiamo la paura!!
Allora abbiamo deciso di iniziare il progetto stazioni sicure, con il presidio da parte dei militanti e di semplici cittadini, un gran successo per la cittadinanza ma non per la giunta che ci fece una multa di 500€.
Chiediamo che Longhin risolva, il prima possibile, questo problema è la smetta di far finta di niente, servono interventi immediati e forti”

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia