La storia a Lissone

Dopo la battaglia al tumore, ora punta alle Olimpiadi di Tokyo

Il 29enne Mirko Sannella, dopo aver perso la gamba sinistra, ora si sta preparando per partecipare ai Giochi paralimpici nel 2021

Dopo la battaglia al tumore, ora punta alle Olimpiadi di Tokyo
Monza, 25 Luglio 2020 ore 12:30

Dopo la battaglia contro il tumore, che gli ha portato via una gamba, ora la nuova sfida è quella di poter partecipare – e vincere – ai giochi paralimpici di Tokyo nel prossimo 2021. Tutti a Lissone fanno il tifo per un giovane atleta.

Dopo il tumore il sogno delle Olimpiadi

Sarà una strada tutta in salita, ma la grinta e la voglia di combattere certo non gli mancano. La storia del 29enne lissonese Mirko Sannella, ex studente all’Istituto Olivetti di Monza, è una storia di tenacia e di voglia di riscatto.

«Nel 2008, mentre lavoravo come macellaio, mi era stato diagnosticato un tumore alla gamba sinistra, era stato un brutto colpo ma subito decisi di non perdermi d’animo – ci ha raccontato il lissonese – Mi sottoposi subito a quattro sedute di chemioterapia prima dell’operazione e ad altre dieci dopo l’intervento, è stata durissima».

Un duro colpo che, però, non lo ha abbattuto: «Dopo più di dieci anni, la scorsa estate qualcosa però non è funzionato e la mia protesi si è rotta, quindi sono dovuto tornare in ospedale – racconta – E’ allora che decisi di rivolgermi all’ospedale Rizzoli di Bologna».

Ed è qui che il 29enne, con una forza d’animo davvero invidiabile, ha preso una decisione importantissima.

«Quando dissi ai medici che volevo che mi amputassero la gamba, mi dissero che era la soluzione migliore nelle mie condizioni – ha continuato – Così lo scorso 9 aprile, in piena emergenza Covid, mi operarono».

La sua nuova vita

Una volta fuori dall’ospedale Mirko Sannella ha voluto rimboccarsi le maniche per riprendere in mano la sua vita.

«Subito ho cominciato ad informarmi su come praticare attività sportiva, non volevo abbattermi – ci ha confidato il 29enne – Per questo mi sono messo in contatto con il Comitato Italiano Paralimpico e con una associazione di Pavia che si occupa di handbike a livello agonistico».

E’ proprio qui, grazie ai professionisti del Team Equa, che insieme all’amico Nicola Galliani ha iniziato la corsa verso il suo sogno.

«Con la mia handbike mi sto già allenando, in vista della preparazione atletica che inizierà a settembre, per poter partecipare alle Paralimpiadi di Tokyo del prossimo anno – confida orgoglioso – So che sarà dura, ma il mio obiettivo è quello di conquistare l’oro olimpico e per questo ce la metterò tutta per riuscirci».

Il pensiero ad Alex Zanardi

Un pensiero, ricco di speranza, ovviamente è stato rivolto al campione Alex Zanardi, rimasto coinvolto qualche settimana fa in un tragico incidente stradale.

«Gli auguro di riprendersi in fretta e di tornare più forte e grintoso di prima – continua Sannella – Lui è il mio mito e mi sto ispirando alla sua forza in questa mia battaglia».

Ma a tifare per il lissonese c’è anche un altro grande amico che in questi mesi non gli fa mancare l’appoggio.

«Sono davvero felice che l’amico Mirko si stia impegnando in questa avventura – ha sottolineato l’amico e fan numero uno, Ignazio Lo Faro che è consigliere comunale – Ha molta grinta e non gli manca la voglia di combattere, tutta Lissone farà il tifo per lui».

2 foto Sfoglia la gallery

ACQUISTA L’EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

TORNA ALLA HOME

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia