Cronaca
Questura

Straniero irregolare condannato per spaccio accompagnato al Cpr di Torino: sarà espulso

Ad accompagnarlo sono stati gli agenti della Questura di Monza e Brianza. Si tratta di un cittadino pakistano del 1985.

Straniero irregolare condannato per spaccio accompagnato al Cpr di Torino: sarà espulso
Cronaca Monza, 26 Luglio 2022 ore 11:04

Colpevole di spaccio di eroina in concorso con altre persone nella provincia di Macerata è stato accompagnato nella giornata di ieri, lunedì 25 luglio, al Cpr di Torino dal personale dell'Ufficio Immigrazione della Questura di Monza e della Brianza. A breve sarà espulso.

Straniero irregolare condannato per spaccio accompagnato al Cpr di Torino: sarà espulso

Si tratta di un cittadino pakistano del 1985, irregolare da alcuni anni che nel 2011 aveva ottenuto la protezione sussidiaria della Commissione Territoriale di Bari, successivamente rinnovata nel 2019. Nel 2016 però era stato arrestato dal personale del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Ancona in quanto sorpreso, con altri due connazionali, in possesso di 500 grammi di eroina. Il gruppo effettuava il trasporto della sostanza stupefacente che poi veniva presa in consegna da altri con successivi passaggi per celare l’attività delittuosa.

Lo straniero era stato condannato in via definitiva alla pena di quattro anni di reclusione, da scontarsi agli arresti domiciliari, e alla multa di € 3.000,00 dalla Corte d’Appello di Ancona che ne aveva disposto, a pena espiata, l’espulsione dal territorio nazionale, ritenendolo soggetto socialmente pericoloso.

Agli arresti domiciliari, trovato più volte con la droga

Il pakistano però nel corso della detenzione domiciliare, aveva continuato a frequentare soggetti poco raccomandabili e, poiché nel corso dei controlli disposti nei suoi confronti era stato più volte trovato in possesso di sostanza stupefacente e telefoni cellulari, era stata disposta la custodia in carcere. L'uomo, infatti, privo di attività lavorativa e di fonti di mantenimento lecite, di fatto perseverava nelle sue occupazioni illecite, dimostrandosi inserito a pieno titolo in un’attività delinquenziale afferente il traffico di notevoli quantità di sostanze stupefacenti.

Ieri per il cittadino pakistano è stata eseguita l’espulsione dal territorio dello Stato come soggetto socialmente pericoloso e, grazie al posto messo a disposizione dalla Direzione Centrale per l’Immigrazione del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, lo straniero è stato accompagnato e collocato da agenti della Questura presso il C.P.R. di Torino, ove sarà trattenuto per il tempo necessario all’esecuzione del provvedimento espulsivo per il definitivo allontanamento dal territorio nazionale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie