Cronaca
Tragedia

Suor Luisa Dell'Orto uccisa ad Haiti

Originaria di Lomagna, da tantissimi anni era impegnata sull'isola caraibica.

Suor Luisa Dell'Orto uccisa ad Haiti
Cronaca Brianza, 26 Giugno 2022 ore 10:45

Suor Luisa Dell'Orto uccisa ad Haiti. Originaria di Lomagna, da tantissimi anni era impegnata sull'isola caraibica. L'omicidio è avvenuto nella capitale Port au Prince, dove viveva da tempo.

L'annuncio nella serata di sabato

La notizia è giunta a Lomagna improvvisamente nella serata di sabato 25 giugno 2022, e ha sconvolto l'intero paese, ma non solo. E' stata proprio la sorella Maria Adele Dell'Orto a comunicare l'accaduto ad amici e conoscenti con un breve messaggio.

"Con profonda tristezza vi comunico che hanno sparato tre colpi alla macchina di mia sorella Luisa probabilmente per un tentativo di rapimento ed è morta sul colpo".

Suor Luisa, originaria di Lomagna, aveva 64 anni e faceva parte dell'ordine delle Piccole sorelle del Vangelo di Charles de Foucauld. Ad Haiti da oltre vent'anni, nell'isola caraibica ha dato vita a numerosi progetti umanitari, sostenuti anche dalle generose donazioni dei brianzoli. La notizia della sua uccisione ha profondamente colpito la comunità di Lomagna. Dal campanile della chiesa parrocchiale sono rintoccate nella serata di sabato le campane a lutto.

Il cordoglio di Monsignor Delpini

Nelle scorse ore Monsignor Mario Delpini ha espresso tutto il suo cordoglio per l'improvvisa scomparsa di suor Luisa. Domani, lunedì 27 giugno 2022, Delpini reciterà un Rosario di suffragio per suor Luisa a Lomagna, nella Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo.

"Non vanno a cercare i pericoli, ma i segni del Regno di Dio che viene, in mezzo ai poveri, tra coloro che sono importanti solo per Dio e ignorati da tutti.  Amano la vita, non vanno a cercare la morte là dove quattro spiccioli contano più di una santa donna; vanno a seminare parole di Vangelo, perché anche ai Paesi disperati si aprano via di speranza. Non vanno con programmi e presunzioni, con dottrine e pretese, vanno a offrire amicizia, in nome del Signore, vanno a dire la loro impotenza perseverando nella preghiera. Non scelgono dove andare, vanno dove sono chiamate dal gemito meno ascoltato, vanno dove sono mandate per diventare preghiera, offerta, amiche, seme che muore per portare frutto. Così vanno tante donne che percorrono le strade più pericolose del mondo, che abitano le case più indifese. Vanno e non fanno notizia. La morte di suor Luisa Dell’Orto, piccola sorella del Vangelo, ci lascia straziati e sconcertati, diventa rivelazione del bene che ha compiuto e della vita santa che ha vissuto, diventa dolore e preghiera. Esprimo a nome della Chiesa Ambrosiana la partecipazione al lutto dei familiari, al ricordo grato e sofferto di quanti l’hanno conosciuta, la certezza che la sua morte, così simile alla morte di Charles de Foucauld, unita alla morte di Gesù possa essere seme di vita nuova per la terra di Haiti e per lei ingresso nella gloria".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie