Tassisti abusivi in stazione a Seregno

La denuncia di un gruppo di cittadini, confermano i tassisti regolari. Interpellanza in Consiglio, sindaco e assessore annunciano controlli e indagini in collaborazione con le forze dell'ordine.

Tassisti abusivi in stazione a Seregno
Seregnese, 23 Marzo 2019 ore 09:28

Tassisti abusivi in stazione a Seregno. La clamorosa denuncia di un gruppo di cittadini al Giornale di Seregno che segnalano “una situazione che dura ormai da mesi”.

Tassisti abusivi sul piazzale

Nel piazzale della stazione ferroviaria di Seregno “ci sono diversi autisti che individuano le persone in attesa del taxi e le avvicinano per proporre il trasporto” spiegano i cittadini che si sono rivolti al Giornale di Seregno. “I taxi non ci sono ma vi posso accompagnare io, così arrotondo la pensione” dicono candidamente gli operatori abusivi ai viaggiatori in arrivo con il treno che, spesso, non conoscono la città.

“Sostano a lungo alla stazione”

I tassisti irregolari, secondo la segnalazione, “in settimana sostano per gran parte della giornata sul piazzale in cerca di clienti. Soprattutto il sabato e la domenica. Spesso convincono clienti stranieri, che hanno poca dimestichezza con la città e con la lingua. Ma capita che i tassisti abusivi viaggino anche con ragazze giovani” che raggiungono la città in treno o in autobus. Qualcuno parla anche di prostitute e trans.

I tassisti confermano

I tassisti con regolare licenza confermano la situazione e auspicano l’intervento delle forze dell’ordine. La vicenda è approdata anche in Consiglio con una interpellanza presentata da Ilaria Cerqua, capogruppo di Forza Italia. Il sindaco, Alberto Rossi, e l’assessore alla Sicurezza, William Viganò, assicurano la massima attenzione al problema attraverso i controlli della Polizia locale e annunciano l’avvio di una indagine in collaborazione con le forze dell’ordine.

Tutti i dettagli della vicenda sul Giornale di Seregno in edicola questa settimana.

 

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia