Il telefono di casa squilla a vuoto e il marito chiama Vigili del fuoco e Carabinieri

Ma il "mistero" andato in scena questa mattina, mercoledì 2 maggio, in via Cappuccini a Monza si è risolto in pochissimi minuti.

Il telefono di casa squilla a vuoto e il marito chiama Vigili del fuoco e Carabinieri
Monza, 02 Maggio 2018 ore 13:46

Il telefono di casa squilla a vuoto e il marito chiama Vigili del fuoco e Carabinieri. Ma il “mistero” andato in scena questa mattina, mercoledì 2 maggio, in via Cappuccini a Monza si è risolto in pochissimi minuti.

Vigili del fuoco e Carabinieri

Prima l’autoscala dei Vigili del fuoco del distaccamento di Monza, poi l’auto dei Carabinieri. Una scena che non è passata inosservata in via Cappuccini a Monza, all’altezza del civico 18. Incursione di ladri nel condominio? Oppure un malore? I residenti della zona hanno tentato di capire cosa fosse successo senza trovare una risposta immediata. Un vero e proprio “giallo” che però si è concluso con un lieto fine.

La vicenda

L’allarme è scattato nel corso della mattinata di oggi, mercoledì 2 maggio. E’ stato il marito di una donna residente in un appartamento lungo via Cappuccini a richiedere l’intervento immediato dei pompieri. La donna, infatti, non rispondeva al telefono fisso. E dopo un po’ di squilli andati a vuoto, la paura che fosse successo qualcosa deve aver preso il sopravvento. L’uomo, dunque, temendo il peggio per la sua compagna, ha ritenuto necessario contattare il distaccamento dei Vigili del fuoco.

Il lieto fine

I pompieri, in pochi minuti, hanno raggiunto l’appartamento in cui si sarebbe dovuta trovare la donna, ma che a detta del marito risultava irraggiungibile. Una volta sul posto, Vigili del fuoco e Carabinieri, sono riusciti a risolvere il “mistero”. La donna non era in casa. Ma c’è voluto poco per trovarla: era a un solo isolato di distanza, all’interno del negozio nel quale lavora.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia