Cronaca

Tenta di ottenere un finanziamento esibendo documenti falsi: arrestato

Il 22enne è stato anche indagato per tentata truffa

Tenta di ottenere un finanziamento esibendo documenti falsi: arrestato
Monza, 08 Agosto 2020 ore 15:28

Ha tentato di ottenere un finanziamento per l’acquisto di due Iphone e di un paio di auricolari presentando un documento di identità falso. Per questo l’uomo, un 22enne italiano, è stato arrestato.

La tentata truffa in via Della Guerrina

I fatti si sono verificati giovedì, il 6 agosto 2020, nel pomeriggio, all’interno del centro commerciale di via Della Guerrina, a Monza. L’uomo si è presentato intorno alle 14.30 negli uffici che si occupano di concedere finanziamenti per la filiale di una nota catena di negozi di elettronica che si trova all’interno del superstore.

Ha chiesto di poter accedere a un finanziamento per l’acquisto di due Iphone e di un paio di auricolari, ma il documento di identità fornito ha immediatamente fatto insospettire l’addetto alle vendite che, anziché aprire la pratica, ha chiamato la vigilanza.

L’intervento della Polizia di Stato

Gli addetti alla sorveglianza hanno a loro volta allertato le Forze dell’ordine. Sul posto è arrivata una volante della Polizia di Stato. Alla vista degli uomini in divisa il 22enne ha tentato di allontanarsi (togliendosi anche la camicia azzurra che indossava per “mimetizzarsi” meglio tra la folla).

In ausilio agli agenti sono intervenuti i Carabinieri che hanno bloccato l’uomo al piano terra, davanti alle casse. Anziché ammettere tutto, ha tentato di spiegare come lui si trovasse lì semplicemente per fare la spesa. E, a esplicita richiesta, ha anche esibito un documento. Dalla perquisizione, però, ne sono usciti altri, che avevano sì la medesima sua foto, ma che recavano nomi diversi.

Era già stato arrestato

A quel punto, messo alle strette, ha ammesso di aver tentato di raggirare l’addetto alle vendite per poter acquistare i due cellulari e gli auricolari. E’ stato quindi portato in Questura per  i rilievi fotodattiloscopici dai quali è emerso come a inizio anno fosse già stato arrestato per il medesimo reato in provincia di Firenze.

E’ stato arrestato per possesso di documenti di identificazione falsi e indagato per tentata truffa. La Polizia di Stato è anche al lavoro per verificare se si sia reso responsabile (presumibilmente insieme a dei complici) di altre truffe simili in Lombardia.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia