Desio

Tenta di rubare una bici in stazione e prende a pugni il proprietario, 28enne inseguito e arrestato dai Carabinieri

Accusato di rapina e lesioni personali, è stato poi processato per direttissima.

Tenta di rubare una bici in stazione e prende a pugni il proprietario, 28enne inseguito e arrestato dai Carabinieri
Cronaca Desiano, 19 Giugno 2021 ore 11:09

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Sezione Radiomobile di Desio, hanno arrestato in flagranza di reato, un 28enne incensurato, cittadino nigeriano. Lo straniero, sorpreso dal proprietario a cui stava rubando la bici, lo ha preso a pugni. E' stato arrestato dai Carabinieri.

Sorpreso dal proprietario mentre gli sta rubando la bici, lo prende a pugni

Tutto nasce da un tentativo di furto di una bicicletta sul piazzale antistante la stazione ferroviaria di Desio da parte del cittadino nigeriano.
Il proprietario della bici, un 50enne cittadino pakistano residente a Desio, appena sceso dal treno ha cercato di far desistere il ladro.
Ne è scaturita una colluttazione, il 50enne viene colpito ripetutamente al volto con diversi pugni  e viene derubato anche del proprio telefono cellulare.

Allertato il 112

Diverse persone che hanno assistito alla scena, prontamente hanno allertato il 112, consentendo così ai militari dell’Arma di convergere sul posto. Decisiva al riguardo l’azione di un altro cittadino pakistano - il quale peraltro non conosceva nemmeno la vittima - che appena si è accorto dell’aggressione in atto e della fuga a piedi del nigeriano, ha iniziato a inseguirlo a bordo del proprio scooter, incrociando nel senso opposto le gazzelle della Radiomobile a cui ha subito indicato l’autore della rapina.

Bloccato e arrestato

L’uomo è stato raggiunto poco dopo e trovato in possesso del bottino: lo smartphone dell’altro cittadino pakistano, nel frattempo rimasto ferito a terra. Per il nigeriano sono così scattate le manette, con l'accusa di rapina e lesioni personali. Processato per direttissima, il giovane, che ha ammesso le proprie responsabilità, è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione in caserma.

Necrologie