Tentò di strangolare la ex moglie in lavanderia: 48enne in carcere

L'uomo aveva ignorato il divieto di avvicinamento. A fermarlo era stata la Polizia

Tentò di strangolare la ex moglie in lavanderia: 48enne in carcere
Monza, 29 Novembre 2019 ore 13:07

Tentò di strangolare la ex moglie in lavanderia: 48enne in carcere

Aveva ignorato il divieto di avvicinamento e, dopo aver raggiunto la ex moglie nella lavanderia di Triante, a Monza, che gestisce, l’aveva aggredita. Ora, per il 48enne monzese è scattata la custodia cautelare in carcere. L’episodio risale ai primi giorni di novembre.

Era un martedì pomeriggio e l’uomo, che già era stato in carcere, aveva trasgredito all’ordine di non avvicinamento presentandosi, in pieno pomeriggio, nella lavanderia di proprietà della donna. Prima l’aveva insultata, poi l’aveva aggredita, arrivando a stringerle le mani intorno al collo.

Lei, con grande coraggio, era riuscita a divincolarsi e a rifugiarsi in auto dove era riuscita a chiamare i soccorsi. Sul posto era intervenuta un’ambulanza, seguita da una volante della Polizia di Stato. Gli agenti avevano trovato l’uomo ancora sul posto e lo avevano portato negli uffici della Questura di via Montevecchia.

L’aver trasgredito alla misura coercitiva del divieto di avvicinamento, ha ora portato il gip (giudice per le indagini preliminari) a decidere per la sostituzione della misura coercitiva degli arresti domiciliari con la custodia cautelare in carcere.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia