Cronaca
Covid-19

Test sierologici Asst Monza: il rischio per gli operatori sanitari fra i più bassi in Lombardia

Il direttore generale Mario Alparone: "Le misure di contenimento sono state efficaci"

Test sierologici Asst Monza: il rischio per gli operatori sanitari fra i più bassi in Lombardia
Cronaca Monza, 08 Maggio 2020 ore 23:01

Test sierologici: il rischio per gli operatori sanitari dell'Asst di Monza fra i più bassi, se non i più bassi in assoluto,  in Lombardia. Il direttore generale Mario Alparone: "Significa che le misure di contenimento del rischio sono state efficaci".

Test sierologici: rischio molto basso all'Asst di Monza

Ieri l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera ha reso noti i dati relativi ai primi 33.306 test sierologici effettuati in diverse Ats della Lombardia. Ebbene, con una percentuale del 6,2% di positivi fra gli operatori sanitari l'Ats della Brianza è quella che ha fatto registrare  il dato più basso fra le Ats lombarde in cui sono  iniziati i test.

Stasera l'Asst di Monza, che con le Asst di Vimercate e Lecco dà vita all'Ats della Brianza, ha comunicato il suo dato scorporato relativo ai test, eseguiti in sostanza sul personale sanitario che opera negli ospedali di Monza e di Desio e il dato registrato è ancora inferiore.

"Dopo avere sottoposto a tampone circa 1400 operatori sanitari asintomatici, nel periodo di massima esposizione, appartenenti alle fasce più esposte al rischio con risultati di positività sotto il 4%, anche per la nostra Asst sono partiti i test sierologici" precisa un comunicato della Asst.

"Sui 1500 operatori sottoposti a test, si sono registrate percentuali sotto il 5% di operatori positivi che scende all’1% se si considera che questi operatori hanno fatto poi un tampone che è risultato negativo. Se si rapporta il valore dei positivi al numero dei posti letto per pazienti Covid gestiti durante la crisi - ricordiamo circa 600 numero tra i più alti in regione - si ottiene che la nostra Asst vanta un grado di esposizione molto più basso delle Asst che hanno gestito lo stesso numero di pazienti e pari ad un quinto della media regionale".

Il commento del direttore generale

“Un risultato eccellente – ha sottolineato il  direttore  generale della Asst  Monza, Mario Alparone - Questo vuol dire che le strategie di contenimento del rischio che abbiamo attuato a tutela di pazienti e dipendenti sono, a prova di numero, risultate efficaci. Continueremo con questa attenzione nella Fase 2”.

TORNA ALLA HOME PAGE

Necrologie