Topicida in Villa Reale, animalisti in rivolta

Le oltre 40 trappole posizionate rischiano di danneggiare l'intera fauna presente

Topicida in Villa Reale, animalisti in rivolta
Monza, 17 Agosto 2018 ore 11:53

Topicida nei giardini della villa Reale, scoppia la rivolta delle associazioni animaliste

Topicida, oltre 40 trappole

Non hanno tardato a manifestare il loro disappunto le associazioni animaliste del territorio in merito alla campagna di derattizzazione messa in atto nei giardini della Villa Reale nei giorni scorsi, con il posizionamento di oltre 40 cassette contenente del veleno per topi.

Disseminate un po’ ovunque – nei pressi del laghetto, sotto gli alberi e lungo il canale – le esche hanno già dato i primi risultati, facendo spuntare qua e là diverse carcasse di topo, che ora potrebbero rappresentare un serio pericolo per tutte altre specie.

Sconcerto e preoccupazione

L'”Enpa” di Monza e Brianza si è quindi detta sconcertata e preoccupata per tale decisione e si è rivolta con una una lettera aperta ai vertici del Consorzio Parco e Villa Reale.

“Le trappole così posizionate rischiano di provocare gravissimi danni alla microfauna che popola i giardini della Villa Reale – vi si legge – Non è difficile pensare che gli animali da preda, presenti numerosissimi, sotto forma di una grande colonia di allocchi, cibandosi di animali morti per veleno porteranno nel loro organismo gli effetti letali di quanto ingerito”.

“Non conosciamo i motivi di una scelta così estrema – ha concluso – Ma certamente bisognava trovare altre soluzioni”.

Attenzione anche a cani e bambini

Non meno preoccupata la presidente di “Leeida” Eleonora Villa che ha sottolineato come tale linea di azione sia totalmente da bocciare.

“I topi muoiono dopo molte ore, all’esterno delle trappole, e nel frattempo divengono cibo per gli altri predatori – ha dichiarato – Molto meglio sarebbe stato pensare a una campagna di dissuasione verso coloro che lasciano cibo intorno al laghetto inadatto agli anatidi”.

Una situazione gravissima per la presidente, che ha pure sottolineato come la presenza del veleno e di topi morti per avvelenamento costituiscano un serio pericolo anche per i bambini e per i tanti cani portati a passeggio nei giardini della Villa.

Trappole già vandalizzate

“In settimana abbiamo avuto una segnalazione relativa a un cane che ha  manifestato segni di avvelenamento – ha concluso – E dato che molte trappole sono già state vandalizzate da alcuni ignoti, con la dispersione del topicida nel terreno,  il quadro potrebbe dunque farsi ancora più grave”.

 

 

 

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia