La proposta del comitato Hq Monza

Traffico in viale Lombardia: “Per ridurlo bisogna eliminare il casello di San Rocco”

Troppe le auto che escono dalla Tangenziale Nord per evitare il pedaggio andando a congestionare l'arteria monzese

Traffico in viale Lombardia: “Per ridurlo bisogna eliminare il casello di San Rocco”
Monza, 07 Ottobre 2020 ore 15:30

Traffico in viale Lombardia. La proposta del Comitato Hq Monza: “Per ridurlo bisogna eliminare il casello San Rocco della Tangenziale Nord”.

Traffico “parassita” in viale Lombardia

Questo perché, come fanno sapere i rappresentanti del comitato, “circa la metà del traffico che oggi transita lungo la tratta è di puro attraversamento, quindi è “parassita” per la nostra città e causa di congestione nelle ore di punta”.

“Una buona quota del traffico su viale Lombardia, proviene da nord e da ovest della Brianza il mattino e viceversa la sera. Un flusso che è costituito per la maggior parte da veicoli che interrompono a metà l’uso della Tangenziale Nord allo scopo di “saltare” il pedaggio al casello di San Rocco/Sesto”.

Numerosi sono i veicoli che entrano ed escono dalla A52 a Sesto Vulcano per spostarsi sulla rete stradale ordinaria, andando a incidere pesantemente su viale Lombardia.

Viale Lombardia sovraccarico

“Si tratta di un fenomeno che era già stato rilevato di recente da indagini sugli spostamenti tra le province di Monza e Milano – hanno precisato – Per questo negli anni passati, insieme ad altre associazioni di cittadini, abbiamo ripetutamente chiesto a Regione e Area Metropolitana che il casello della A52 Nord a San Rocco venga soppresso, così come peraltro era stato più volte promesso”.

Ma non solo. A concorrere al sovraccarico di traffico sono anche altri elementi. “Sia la tratta di superficie che il tunnel di viale Lombardia fanno
parte di un sistema di viabilità più ampio. I calibri e le caratteristiche delle strade sono stati realizzati tenendo conto di diversi elementi previsti come la futura entrata in funzione della Pedemontana, con intersezione con la statale 36 a Desio, capace di ridurre notevolmente i flussi dalla Brianza verso
Torino/Varese/Como e viceversa”. Ma anche la futura entrata in funzione della intera e completa variante Sp6 dietro il San Gerardo e la futura entrata in servizio di una linea metropolitana che attraversi Monza da nord a sud.

“La mancata realizzazione, sinora, di tutto ciò contribuisce ulteriormente
a determinare il sovraccarico di traffico di attraversamento su viale Lombardia, in particolare nelle ore di punta. Una situazione che, va sempre ricordato, è comunque ben lontana dalla congestione 24 ore su 24 che esisteva pre-tunnel”, hanno concluso.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia