Tragedia sul lavoro: 49enne perde la vita a Bovisio Masciago

L'incidente intorno alle 7.30 in via Agnesi. 

Tragedia sul lavoro: 49enne perde la vita a Bovisio Masciago
Desiano, 24 Settembre 2019 ore 10:18

Tragedia sul lavoro: 49enne perde la vita a Bovisio Masciago. L’incidente pochi minuti prima delle 8 in via Agnesi.

Tragedia sul lavoro

La Brianza piange un altro morto sul lavoro. Questa mattina, pochi minuti prima delle 8, un uomo di 49 anni ha perso la vita sul lavoro in  via Agnesi a Bovisio Masciago, dove sono in corso i lavori per la costruzione di una villetta.

La dinamica al momento è ancora poco chiara ma, dalle prime informazioni, sembrerebbe che il 49enne, autotrasportatore originario di Corigliano Calabro (CS) ma residente a Uboldo (Varese), sia rimasto schiacciato da alcune pareti in legno, destinate ad un immobile in fase di costruzione, che probabilmente stava scaricando dal proprio autocarro.

Inutili i soccorsi

La chiamata ai soccorsi è stata immediata: sul posto sono arrivati i volontari della croce argento di Limbiate, il medico e i Vigili del Fuoco. Ma nonostante tutto per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

Sul posto sono arrivati anche i Carabinieri della compagnia di Desio e il personale dell’Ats per cercare di fare chiarezza su quanto accaduto.

Erba “Servono interventi urgenti”

“Massimo cordoglio e vicinanza alla famiglia e ai colleghi dell’operaio che purtroppo ha perso la vita sul lavoro stamattina”.

Queste le prime parole di Raffaele Erba, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, dopo la tragedia avvenuta oggi in un cantiere a Bovisio Masciago.

Proprio la scorsa settimana, Raffaele Erba aveva portato all’attenzione del Consiglio Regionale l’emergenza legata alle morti bianche, resa ancora più grave dagli ultimi infortuni mortali avvenuti in Lombardia.

Il consigliere del Movimento 5 Stelle aveva presentato un’interrogazione chiedendo all’assessore Gallera di predisporre degli interventi urgenti per cercare di evitare altri episodi simili (NE ABBIAMO PARLATO QUI)

“Visto quanto è accaduto, rinnoviamo le nostre richieste perché in Lombardia si fa ancora troppo poco per implementare la sicurezza sul lavoro. Dobbiamo introdurre dei sistemi premianti per le imprese che adottano tutte le necessarie precauzioni senza aggravare ulteriormente la burocrazia a loro carico”.

“E’ altrettanto importante – continua Erba – coinvolgere i Comitati Paritetici che possono supplire alla carenze di personale addetto al controllo e vigilanza delle norme di sicurezza e segnalare eventuali violazioni delle misure di sicurezza agli organi competenti. Infine, bisogna migliorare la sensibilizzazione sul tema dei datori di lavoro affinché adottino tutti gli strumenti necessari a limitare i rischi di infortunio”.

Tante vittime a settembre

Nel mese di settembre, purtroppo, si contano in Lombardia diversi incidenti sul lavoro, alcuni dei quali, purtroppo mortali.

Come quello accaduto in una distilleria di Paratico, nel Bresciano, lo scorso 19 settembre. Qui un operaio di 36 anni è rimasto gravemente ferito, ed è poi spirato in ospedale, in seguito ad uno schiacciamento.

LEGGI MAGGIORI DETTAGLI QUI 

Sempre nel pomeriggio di  giovedì 19 settembre 2019, come riporta laMartesana.it, a Segrate un operaio di 56 anni è stato travolto da un muletto riportando un trauma cranico e diversi traumi alle braccia.

I quattro morti di Pavia

Ma nei giorni precedenti si sono verificate altre tragedie sul posto di lavoro. Ad Arena Po, in provincia di Pavia, quattro persone sono morte annegate in una vasca di liquami. (CLICCA QUI PER I DETTAGLI)

LEGGI ANCHE: Un operaio morto sul lavoro in Val Cavargna. 

LEGGI ANCHE:  Sei vittime in pochi giorni: la piaga delle morti bianche tiene banco in Consiglio Regionale

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia