“Tragedia sfiorata”, chiesto piano del verde

"Tragedia sfiorata", chiesto piano del verde. La sollecitazione di Piffer (Civicamente) dopo le nuove cadute di alberi dovute a un violento temporale

“Tragedia sfiorata”, chiesto piano del verde
Monza, 16 Luglio 2020 ore 12:47

“Tragedia sfiorata”, chiesto piano del verde. La sollecitazione di Paolo Piffer (Civicamente) dopo le ennesime cadute di alberi a Monza in seguito a un violento temporale.

“Tragedia sfiorata”, la richiesta di un piano manutenzioni

La proposta del rappresentante dell’opposizione è arrivata alla Giunta come detto dopo l’ultimo temporale in ordine di tempo, quello di sabato nel primo pomeriggio, che ha provocato la caduta di alberi in via Lecco, in via Fiume, all’intersezione tra via San Rocco e via Cellini e in un giardinetto pubblico. E solo per una vera fortuna nessuno passava in quel momento. Altrimenti sarebbe stata probabilmente una tragedia. Oltre ad allagamenti di box e cantine in varie parti della città e a cartelli stradali e di cantieri divelti. “Se non si pensa a breve a un piano di manutenzione del verde e a un censimento degli alberi prima o poi qui ci scappa la tragedia”, ha osservato Piffer che già in passato aveva sollecitato l’Amministrazione comunale ad affrontare il problema. Gli episodi con rovesci meteo che hanno visto la pericolosa caduta di alberi in città sono stati infatti numerosi in questi ultimi tempi.

La proposta alla Giunta

“Sicurezza non è soltanto la tutela della legalità cercando di scongiurare furti, rapine e spaccio – sottolinea Piffer –  La sicurezza passa anche dalla tutela dei cittadini attraverso piccoli grandi azioni come la manutenzione e il censimento di alberi e verde che scongiurino il rischio di una possibile tragedia». Il rappresentante della lista civica, dopo il forte temporale di sabato e gli alberi ancora caduti in città, rilancia una proposta che già da tempo ha portato all’attenzione della Giunta: il censimento delle alberature in città e la previsione di un piano manutenzioni del verde presente sul territorio comunale. “Credo che la competenza sia condivisa tra gli assessori al Patrimonio e Ambiente, Simone Villa, e Martina Sassoli, ma a questo punto rilancio il mio appello direttamente al sindaco Dario Allevi – aggiunge Piffer – Non si può aspettare che succeda una tragedia. Anzi, a questo punto è già un miracolo che non sia già successa. Capisco che un forte temporale possa essere un evento eccezionale e fuori controllo, ma gli alberi che cadono iniziano a essere troppi. Serve un piano ragionato del Comune, da fare naturalmente non nell’emergenza. Prendendosi il tempo che serve, ma va fatto”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia