Tragica rapina in villa a Lissone, madre e figlio massacrati

L'intervista esclusiva del nostro giornalista Omar Porro al protagonista di questa drammatica vicenda

Tragica rapina in villa a Lissone, madre e figlio massacrati
13 Giugno 2017 ore 16:57

Tragica rapina in villa a Lissone, madre e figlio massacrati. Se li sono trovati in casa nella notte tra lunedì e martedì. Lui, Claudio Sironi, stava riposando sul divano quando ha sentito rumori sospetti. La madre 90enne Maria, invece, era in un’altra stanza della villetta in via San Giovnni Bosco.

La drammatica testimonianza

Abbiamo intervistato in esclusiva la vittima, il 59enn Claudio Sironi, a pochi giorni dall’incursione dei malviventi. “Me li sono trovati di fronte e in pochissimi secondi mi hanno immobilizzato – ha raccontato – Ero sul divano e stavo riposando dopo una giornata di lavoro”.

Il volto tumefatto

“A causa dell’oggetto di ferro che hanno usato per immobilizzarmi mi hanno scomposto la mandibola – ha continuato – E per questo sono stato operato al San Gerardo di Monza, per rimetterla a posto. Me la caverò con 25 giorni di prognosi, mentre a mia mamma, oltre a graffi e grossi ematomi sulle braccia, hanno rotto una costola”.

Un furto da quasi 10mila euro

E alla fine, i rapinatori si sono portati a casa un bottino da quasi 10mila euro. La cronaca dell’evento, con la testimonianza integrale della vittima, la dinamca della nottata in “ostaggio” e tutte le foto, sul Giornale di Monza in edicola da oggi, martedì 13 giugno e nell’edizione sfogliabile per pc, smartphone e tablet.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia