Cronaca
A Seveso

Il treno abbandonato è un ricovero per sbandati

Il sindaco: "La situazione dovrebbe risolversi entro ottobre".

Il treno abbandonato è un ricovero per sbandati
Cronaca Seregnese, 10 Settembre 2022 ore 15:45

Il treno abbandonato in via Brennero a Seveso è un ricovero per sbandati. Il sindaco: "La situazione dovrebbe risolversi entro ottobre".

Treno abbandonato in via Brennero

Un treno abbandonato sui binari è diventato una vera e propria discarica a cielo aperto oltre che un ricovero per sbandati. Carrozze lasciate al macero in via Brennero a Seveso, che scatenano la preoccupazione di residenti e non solo. Tanti cittadini infatti hanno lanciato un allarme, sottolineando il degrado, la presenza di topi e anche di sbandati e senzatetto che ne approfittano per dormirci in alcune occasioni. Del problema se ne sta occupando il Comune, che ha già fatto presente la criticità a FerrovieNord.

"Massima collaborazione con FerrovieNord"

"L'Amministrazione ha dato incarico alla Polizia Locale da qualche mese di trovare la soluzione per poter far rimuovere le carrozze perché deturpano l'ambiente, ma anche per una questione di igiene e sicurezza - spiega il sindaco Alessia Borroni - Con FerrovieNord c'è massima collaborazione e ci hanno comunicato che sono in corso i lavori con il responsabile della sicurezza ed entro ottobre il treno dovrebbe essere rimosso". Resta ancora chiaramente da capire come mai un treno sia stato abbandonato in via Brennero e non si trovi in uno dei depositi. Al momento però sono in corso indagini da parte dell'azienda: "La procedura è un po' lunga perché hanno dovuto effettuare delle verifiche sulla storicità delle carrozze - aggiunge il primo cittadino - Di conseguenza è in corso un iter particolare e più lungo rispetto al previsto. Questo però non vieta la rimozione. I contatti tra l'Amministrazione e FerrovieNord sono comunque costanti, anche se ci hanno appunto garantito che entro ottobre la situazione dovrebbe risolversi".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie