Scempio

Triuggio, profanata una tomba

Vandali in azione nella notte ai danni della famiglia Motta che ha sporto denuncia contro ignoti.

Triuggio, profanata una tomba
Caratese, 17 Ottobre 2020 ore 08:30

Profanata una tomba al cimitero di Triuggio.

Profanata una tomba

Non c’è pace per la tomba della famiglia Motta, vandalizzata per la quinta volta in tre anni. L’ultimo episodio si è registrato nei giorni scorsi. Il vaso e la lampada votiva sono stati letteralmente strappati via dalla tomba e le foto dei coniugi defunti Enrico e Rita Motta sono state piegate. Un danno ingente per i figli, i fratelli Silvano e Marino Motta, che hanno presentato denuncia ai carabinieri contro ignoti.

L’amara scoperta

Ad accorgersene per primo è stato Silvano, che ogni mattina si reca al cimitero per una visita ai suoi genitori: «E’ la quinta volta che ci fanno un danno del genere – ci racconta con grande rammarico – Adesso mi sto recando in caserma dai carabinieri per sporgere denuncia contro ignoti». Il fatto è stato segnalato anche alla Polizia locale e in Comune. Anche il fratello Marino si è recato subito al cimitero per constatare e fotografare i danni causati dai vandali: «Non si fanno queste cose, le persone le affronti a viso aperto» ha commentato dinanzi allo scempio lasciato dai vandali. Ricordiamo che gli episodi di vandalismo sono iniziati nel settembre del 2017 e l’ultimo, in ordine di tempo, si era verificato nel giugno 2018. Da allora più nulla fino al caso dell’altro giorno, purtroppo.

Il servizio completo sul Giornale di Carate in edicola da martedì 13 ottobre 2020.

5 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia