tregasio

Triuggio, un caso Covid all’infanzia

Un bambino della scuola materna "Maria Immacolata" è risultato positivo al tampone e la classe è stata messa in quarantena.

Triuggio, un caso Covid all’infanzia
Caratese, 19 Ottobre 2020 ore 15:41

Un caso Covid all’infanzia «Maria Immacolata» di Tregasio, una sezione è in quarantena.

Caso Covid all’infanzia

Fortunatamente non destano preoccupazione le condizioni del bambino risultato positivo al tampone.
«Domenica sera abbiamo ricevuto una nota dalla Prefettura che ci informava del contagio di un bambino sotto i 6 anni – ha spiegato il sindaco Pietro Cicardi – Quasi in contemporanea con la Prefettura ho ricevuto la comunicazione anche da parte della scuola dell’infanzia che ha provveduto a informare tempestivamente tutti i genitori».

Classe in quarantena

I bambini della sezione in cui si è riscontrato il caso positivo sono stati messi in quarantena fiduciaria: «Sarà poi l’Agenzia di tutela della salute a decidere quando riaprire la sezione e se sottoporre o meno la classe al tampone. Sicuramente Ats disporrà una sanificazione particolare della scuola. Fortunatamente il bambino sta bene e i sintomi sono lievi».

I casi a Triuggio

«L’ultima comunicazione pervenuta dalla Prefettura di domenica sera segnala che a Triuggio sono stati registrati, in totale dall’inizio dell’emergenza 65 casi positivi al coronavirus di cui due ricoverati in Rsa (residenze sanitarie assistenziali) e di cui uno deceduto in data 11 marzo – spiega il primo cittadino – Abbiamo comunicazione che i guariti da Covid-19 sono 38. Chiediamo a tutti di non abbassare la guardia, raccomandiamo di continuare a rispettare le disposizioni sull’utilizzo della mascherina, dell’igiene delle mani e del distanziamento sociale».

In Provincia

In Provincia di Monza in data 18 ottobre 2020 aumento di 353 casi, per un totale nella nostra Provincia di 8.969 casi
“Ricordiamo che è sempre attivo il numero di telefono 339-8741895 dedicato agli over 65 in difficoltà e alle persone in quarantena e in autoisolamento, per attivare i servizi necessari per far fronte alle necessità più urgenti quali assistenza per la spesa, consegna farmaci previa prescrizione del medico curante o pasti a domicilio in collaborazione con la Protezione Civile che ringraziamo per la collaborazione” conclude il sindaco Pietro Cicardi.

Il servizio anche sul Giornale di Carate in edicola domani, martedì 20 ottobre 2020.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia