Tromba d’aria: agricoltura in ginocchio

La prima conta dei danni da parte della Coldiretti dopo il maltempo di questa notte in Brianza

Tromba d’aria: agricoltura in ginocchio
Cronaca 14 Luglio 2017 ore 12:29

Tromba d’aria, devastato il 60% del mais della zona

Maltempo, la grandine falcia la Brianza

Zucche crivellate da grandine grossa come noci, il 60% del mais devastato, i campi di pomodoro distrutti, peperoni e melanzane danneggiati. È il bilancio provvisorio del monitoraggio condotto dalla Coldiretti dopo il maltempo che questa notte ha colpito la Brianza. In particolare i danni all’agricoltura rigurdano il quadrilatero tra Villasanta, Arcore, Monza, Vimercate e Concorezzo.

Tromba d’aria, le testimonianze degli agricoltori

“Dieci minuti di grandine e le mie zucche si sono disintegrate – racconta Giuliano Fumagalli, orticoltore di Oreno di Vimercate. La produzione è completamente azzerata. 50% di danni anche ai campi di pomodori, melanzane e peperoni”. Sempre fra Vimercate e Monza, Cesare Biffi, coltivatore di cereali, si è trovato i campi devastati: “Almeno il 60% del mais è stato falciato, le piante non hanno più una foglia e le pannocchie sono così rovinate che non potranno essere destinate nemmeno all’alimentazione degli animali”.

 

Tromba d'aria
Un campo di pomodori rovinato dal maltempo a Vimercate

Clima sempre più imprevedibile

Nell’ultimo decennio – fa sapere la Coldiretti – la conta dei danni da maltempo a livello nazionale ha superato i 14 miliardi di euro. “Complice un andamento climatico sempre più estremo e imprevedibile – spiega Alessandro Rota, Presidente della Coldiretti di Milano, Lodi, Monza e Brianza – che alterna afa e siccità a violenti acquazzoni e temporali, con repentini sbalzi di temperatura”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità