Tromba d’aria, danni alla Porenzella di Carate

La tempesta di vento e grandine ha scoperchiato il tetto dell'azienda agricola Davide Tremolada ad Agliate.

Tromba d’aria, danni alla Porenzella di Carate
Caratese, 03 Agosto 2019 ore 11:31

Ingenti danni in località Porenzella a Carate Brianza in seguito alla  tempesta di acqua e forte vento che si è abbattuta ieri in Brianza e nelle campagne lombarde.

Carate Brianza, tromba d’aria impressionante

Una tromba d’aria ha colpito in particolare la zona di Agliate e l’azienda agricola “Davide Tremolada” alla Porenzella scoperchiando il tetto della proprietà e sradicando alberi. Una tempesta violentissima che ha piegato prima una grossa pianta in prossimità del complesso residenziale dell’ex Bindelin e poi si è abbattuta verso il Lambro causando non pochi danni. Il vento ha sradicato un albero da frutto a ridosso del recinto della azienda dove sono ricoverati cavalli e altri animali e poi ha letteralmente divelto il tetto scaraventando a terra pezzi di copertura.

“E’ durata pochi secondi ma è stato impressionante”, raccontano i residenti della Porenzella che hanno assistito alla scena. Tante le segnalazioni di alberi caduti e disagi sulla circolazione stradale in tutta l’Alta Brianza e nel Vimercatese.

Grandine e vento in Lombardia: sale la conta dei danni nelle campagne

L’ondata di maltempo ha causato disastri in diverse campagne lombarde dove dal primo pomeriggio si sono registrate grandinate a macchia di leopardo, con tempeste di acqua e forte vento. Colpiti mais, meloni e frutteti, oltre che soia e prati, ma anche strutture aziendali e mezzi agricoli. Lo riferisce la Coldiretti regionale in base alle segnalazioni che i tecnici stanno raccogliendo sul territorio dopo quelle della mattinata.

I chicchi di ghiaccio si sono abbattuti in particolare sul Mantovano colpendo produzioni tipiche come il melone e le angurie. Investiti dalla tempesta anche meleti e vigneti oltre che mais, soia e kiwi. La grandine si è scatenata, inoltre, in varie zone del Varesotto, del Comasco e del Lecchese con danni a orticole e campi di fieno spianati. Maltempo anche nel Cremasco dove una tromba d’aria a Palazzo Pignano ha danneggiato strutture aziendali e mezzi agricoli, mentre nella pianura bergamasca un forte nubifragio ha allettato il mais e ha scoperchiato cascinali.

La grandine – conclude la Coldiretti – è l’evento atmosferico più temuto dagli agricoltori in questo momento perché i chicchi si abbattono su verdure, frutta e cereali prossimi alla raccolta provocando danni irreparabili alle coltivazioni mandando in fumo un intero anno di lavoro.

TORNA ALLA HOME.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia