Prestate attenzione

Truffa dello specchietto, diversi veicoli sospetti si aggirano per Trezzo sull’Adda

Immortalati dalle videocamere di sorveglianza le immagini dei mezzi sono finite sulla pagina Facebook del Comune.

Truffa dello specchietto, diversi veicoli sospetti si aggirano per Trezzo sull’Adda
Cronaca Trezzo, 01 Maggio 2021 ore 12:05

Truffa dello specchietto, segnalati diversi veicoli sospetti a Trezzo sull’Adda nel giro di pochi giorni dagli automobilisti. Le immagini dei mezzi sono finite sulla pagina Facebook del Comune.

Truffa dello specchietto, diversi veicoli sospetti segnalati a Trezzo sull’Adda

Nel giro di pochi giorni al Comando della Polizia Locale di Trezzo sull’Adda sono giunte diverse segnalazioni da parte degli automobilisti legate a una serie di tentativi per mettere in atto un vero e proprio raggiro su strada. E così gli agenti, coordinati dalla comandante Sara Bosatelli, e in collaborazione con i Carabinieri della stazione di Trezzo sull’Adda hanno iniziato una serie di appostamenti mirati per provare a rintracciare i presunti autori.

Alla fine le segnalazioni hanno permesso di identificare ben otto soggetti differenti. La tecnica utilizzata è sempre la stessa, la vittima mentre sta guidando sente un rumore provenire dalle fiancate, e poi il veicolo con a bordo il truffatore incomincia a seguire la vittima destando la sua attenzione suonando il clacson o facendo i lampeggianti e facendo segno di accostare. A quel punto segnala l’avvenuta rottura dello specchietto e invita il soggetto a risolvere la questione bonariamente con la richiesta di una somma di denaro.

Il suggerimento delle Forze dell’ordine in questi casi è sempre di rifiutarsi categoricamente e piuttosto di firmare la constatazione amichevole o di chiamare  la Polizia Locale.

Le immagini dei mezzi sospetti sono finite in Rete

Al fine di mettere in guardia i cittadini la Polizia Locale ha quindi deciso di pubblicare online sulla pagina Facebook del Comune le foto delle auto sospette, abbinandoci anche per ognuna le prime due lettere della targa. E a quanto pare l’iniziativa ha iniziato a dare i suoi frutti. Nel frattempo si sono verificati lungo la strada altri episodi che hanno spinto le Forze dell’ordine ad approfondire le indagini.

Necrologie