Le indagini dei Carabinieri di Muggiò

Truffavano e derubavano anziani con la scusa di vendere la frutta: arrestati

I due malviventi avevano agito a Bovisio, Muggiò, Monza, Paderno Dugnano, Nova Milanese e Milano

Truffavano e derubavano anziani con la scusa di vendere la frutta: arrestati
Monza, 16 Luglio 2020 ore 13:56

Truffavano, e poi derubavano, gli anziani della zona con la scusa di vendergli della frutta. Beccati e arrestati due uomini di Napoli dai Carabinieri di Muggiò e dai colleghi di Afragola.

Truffavano con la scusa di vendere della frutta

I militari del Comando di via Libertà, insieme ai Carabinieri della Stazione di Afragola (Napoli), hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Monza, su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di un 38enne e di un 48enne.

I due, entrambi di origine partenopea e già noti alle Forze dell’ordine, si sono resi responsabili in concorso tra loro di ben 10 episodi di truffa, furto e rapina impropria commessi ai danni di anziani per lo più ultra 75enni attraverso la cosiddetta “tecnica della vendita di frutta”.

La tattica utilizzata

I due, secondo una attenta ricostruzione dei militari muggioresi, erano soliti avvicinare le loro vittime con la scusa di offrirgli in vendita una cassetta di frutta, approfittando della circostanza per sottrargli il portafoglio o altri oggetti preziosi.

I malviventi, spesso, avvicinavano le loro ignare vittime fingendosi conoscenti, abbracciandoli e distraendoli sempre con il fine derubarli, riuscendo in alcuni casi non solo ad impossessarsi del contante ma anche ad effettuare dei prelievi agli sportelli bancomat.

Un caso a Bovisio

In un episodio avvenuto a Bovisio Masciago il 15 agosto del 2018 la vittima, un anziano classe 1934, accortosi dell’ammanco del portafoglio dopo aver acquistato dal truffatore circa 5 euro di arance, aveva anche tentato di inseguire uno dei malfattori – che in quella circostanza agiva in solitaria, aggrappandosi alla macchina con quale stava fuggendo – cadendo però rovinosamente a terra.

Le indagini dell’Arma

I Carabinieri di Muggiò, raccolte negli anni le numerose denunce sporte dagli anziani residenti tra Muggiò, Bovisio, Nova, Monza, Paderno Dugnano e Milano e tutte collegate tra loro dalla medesima tecnica, hanno subito iniziato una certosina attività di indagine.

Il lavoro, attraverso l’acquisizione delle immagini registrate telecamere di videosorveglianza e grazie allo studio delle vetture in transito nei luoghi in cui erano avvenuti gli eventi, ha permesso ai militari di identificare quindi i due uomini che solitamente utilizzavano un furgone bianco. I due balordi sono stati poi riconosciuti anche dalle vittime in sede di ricognizione fotografica.

(foto in copertina dalla pagina Facebook dell’Arma dei Carabinieri)

ACQUISTA L’EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

TORNA ALLA HOME

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia