Truffe immobiliari: 50enne finisce in carcere. Perquisizioni anche in Brianza

Il fenomeno delle truffe immobiliari è in continua crescita, anche in Lombardia.

Truffe immobiliari: 50enne finisce in carcere. Perquisizioni anche in Brianza
Monza, 24 Aprile 2018 ore 16:24

Il fenomeno delle truffe immobiliari è in continua crescita, anche in Lombardia. L'ultimo ha portato all'arresto in mattinata di un cittadino italiano di 50 anni e a numerose perquisizioni, ancora in corso nelle province di Milano, Varese e Monza e Brianza.

Truffe immobiliari: 50enne finisce in carcere. Perquisizioni anche in Brianza

Il 50enne arrestato dalla Polizia di Stato e dalla Guardia di Finanza, con l'aiuto di diversi complici, avrebbe organizzato una articolata truffa immobiliare incentrata sulla collaborazione di una donna che falsamente si è presentata come la proprietaria di un immobile. Falsificando i documenti necessari per il rogito e simulandosi come mediatore della parte venditrice l'uomo è riuscito nell'intento di indurre il notaio a credere che la donna di fronte a lui, anche lei complice dell'arrestato, fosse la vera proprietaria dell'immobile.

Ignari la vera proprietaria e l'acquirente

La proprietaria effettiva, del tutto ignara di quanto fosse successo, ha così perso - almeno temporaneamente - la disponibilità dell'immobile e l'acquirente ugualmente ignaro, ha sborsato ai truffatori oltre 120 mila euro per un atto che, ovviamente, non potrà che considerarsi inesistente.

Truffa e falso le ipotesi di reato contestate all'arrestato e ai suoi complici.

Necrologie