Il sostegno

Un aiuto concreto a imprese e commercio

Varato un piano da 150mila euro a Usmate, tra contributi e sconti

Un aiuto concreto a imprese e commercio
Vimercatese, 28 Luglio 2020 ore 08:59

Centocinquantamila euro: è l’aiuto concreto stanziato dall’Amministrazione comunale di Usmate Velate a sostegno di imprese e commercio.

I fondi per imprese e commercio

L’Amministrazione Comunale ha  stanziato 61mila euro per ridurre la Tari  e 90mila come sovvenzione straordinaria a fondo perduto per un totale di 90mila euro destinati a sostenere gli operatori del tessuto economico locale a fronte del disagio connesso alla contrazione dell’attività a seguito dell’emergenza Covid-19. Una misura presentata dall’assessore al Bilancio Marcello Ripamonti e approvata dal Consiglio comunale, voluta dal Comune di Usmate Velate per dare un segno tangibile di vicinanza alle Piccole imprese e alle attività commerciali duramente colpite nel
fatturato nel periodo di lock-down.
Già dall’inizio del mese di agosto, il Comune aprirà il bando pubblico con la relativa documentazione al quale potranno rivolgersi gli operatori del territorio con sede nel Comune di Usmate Velate. Con poca burocrazia, gli operatori che ne avranno diritto sulla base dei parametri pre-stabiliti dal Comune avranno la possibilità di ricevere un contributo minimo di 300 euro per sostenere le spese per bollette e affitto o come parziale compensazione per il calo del fatturato; al tempo stesso, il contributo potrà salire fino ad un massimo di 800 euro. Le sovvenzioni saranno erogate fino ad esaurimento delle risorse disponibili previa verifica dei requisiti da parte dei competenti uffici
comunali. L’intera procedura potrà essere svolta on-line, con un risparmio di tempo e di spostamento. Il
bando, la cui apertura è prevista nel mese di agosto, terminerà il 15 ottobre 2020.

Le parole del sindaco e dell’assessore

“Come Amministrazione comunale abbiamo voluto compiere una scelta importante, ovvero dimostrare nei fatti la nostra attenzione verso gli operatori economici e commerciali del nostro territorio – hanno sottolineato il sindaco Lisa Mandelli e l’assessore  Ripamonti – Con scelte ponderate e razionali, abbiamo raggiunto l’obiettivo di aiutare il territorio, raggiungendo uno scopo che ci era chiaro fin da subito. Questo intervento economico, per il quale abbiamo stanziato 90mila euro, va proprio incontro alle necessità di chi ha vissuto il lock-down come un periodo di forte e inaspettata crisi economica. Il Comune ha già compiuto altre scelte finalizzate a sostenere il commercio locale: ora, con questo contributo straordinario, attuiamo un’altra azione a favore del tessuto locale”.

Contributo ma non solo

Il contributo straordinario a favore degli operatori del territorio non è l’unica azione approvata dal Consiglio comunale. E’ previsto infatti uno stanziamento di 61mila euro per la riduzione della Tari: in questo modo, imprese ed esercizi commerciali che hanno dovuto chiudere a causa dell’emergenza sanitaria avranno uno sgravio complessivo di circa il 22%.

“Anche in questo caso, abbiamo compiuto una scelta precisa agendo sui tributi locali e individuando la metodologia più strategica per dare un concreto risparmio ai nostri operatori. Il risultato finale ci soddisfa e i benefici si vedranno già dalla prima rata da versare – ha aggiunto Ripamonti –  A conti fatti, a favore delle imprese abbiamo stanziato oltre 150mila euro, una somma davvero di rilievo e indice dell’attenzione di questa Amministrazione verso chi opera sul territorio”.

Il Consiglio comunale ha anche approvato lo stanziamento di ulteriori 10mila euro destinati al sostegno dei nuclei familiari in situazione di criticità a causa dell’emergenza sanitaria.

TORNA ALLA HOME PAGE 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia