Menu
Cerca
Bovisio Masciago

Un Fondo per sostenere le attività del Coro Cai

Lo ha attivato la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza, per finanziare i progetti culturali in programma: Open day, Accademia Corale e un libro

Un Fondo per sostenere le attività del Coro Cai
Cronaca Desiano, 17 Marzo 2021 ore 16:16

Un Fondo per sostenere le attività del Coro Cai. Lo ha attivato la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza, per finanziare i progetti culturali in programma: Open day, Accademia Corale e un libro

Un Fondo per sostenere le attività del Coro Cai

Nonostante la pandemia stia duramente colpendo le attività culturali, il Coro Cai di Bovisio Masciago, diretto dal maestro Pino Schirru guarda avanti con fiducia, per farsi trovare pronto a ripartire quando finirà l’incubo conoravirus. Tra le iniziative previste, un Open day per presentare il Coro bovisiano e mostrare cosa c’è «dietro le quinte», cioé come nasce un brano corale, ma anche un’Accademia Corale, per consentire agli iscritti di mettersi alla prova, maturare la conoscenza di un uso corretto della propria voce, sviluppare l’intonazione e l’orecchio musicale. Tra le proposte anche la pubblicazione di un libro in collaborazione con gli artisti bovisiani che verranno chiamati a interpretare con parole o pittura, le emozioni di un brano del Coro.

Coro Ambasciatore della Cultura

La formazione bovisiana aderisce a Centro Nazionale Coralità che raggruppa i Cori Cai nazionali e vanta una storia ricca di riconoscimenti. Il Coro è Ambasciatore della Cultura del Comune di Bovisio Masciago ed è stato insignito dal Ministero della Cultura della qualifica di Gruppo di musica popolare amatoriale di interesse nazionale. La sua storia affonda le sue radici nei primi anni Quaranta del ‘900.

Progetti a medio e lungo termine

Per il presidente del Coro Cai, Giorgio Vago, la partnership con la Fondazione MB è motivo di orgoglio: “Sono progetti a medio e lungo termine che vedranno il Coro Cai, oltre che impegnato nei tradizionali concerti, anche come promotore culturale sul territorio. Il periodo difficile che tutti stiamo attraversando sta segnando pesantemente l’associazionismo in generale, il nostro Coro non è esente da queste problematiche”.

Non solo concerti, anche promozione culturale

Anziché sospendere le attività in attesa di tempi migliori, il Coro ha preferito guardare al futuro. “Tutti, presidente, maestri, coristi sentiamo la responsabilità ed il dovere di proseguire con impegno e passione il cammino che i fondatori, più di settant’anni fa, avevano iniziato – aggiunge Vago – Guardiamo al futuro con una nuova visione; non solo concerti, ma anche proposte di promozione culturale per e con il territorio. Quando la pandemia sarà terminata saremo pronti a realizzare quanto in questi mesi, con cura ed attenzione, stiamo impostando”.

“Promozione della cultura del dono”

La Fondazione MB saluta con entusiasmo la nuova collaborazione. “La costituzione di un Fondo rappresenta un’importante attività finalizzata alla promozione della cultura del dono, soprattutto se si ha a cuore una causa particolare – commenta il presidente Giuseppe Fontana – Il Fondo rappresenta una sorta di fondazione nella fondazione: in questo caso il Coro Cai di Bovisio Masciago ha scelto di farsi promotore attivo nel trovare nuove modalità di sostegno alla propria attività”.

Come fare una donazione

Tutte le donazioni raccolte dal Fondo andranno a finanziare i progetti messi a punto dal Coro Cai. È possibile effettuare una donazione online direttamente sul sito della Fondazione MB oppure con un bonifico intestato alla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza (Iban: IT03 Q05034 20408 000000029299 e Causale: Fondo C.A.I. Bovisio Masciago).

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli