Un nuovo mammografo per l’Ospedale di Vimercate

Un nuovo strumento all'avanguardia a disposizione di tuti.

Un nuovo mammografo per l’Ospedale di Vimercate
Vimercatese, 16 Ottobre 2019 ore 14:50

E’ in funzione nell’ospedale di Vimercate da qualche settimana il nuovo mammografo di ultima generazione che potrà essere utilizzato per le disagnosi.

Il nuovo mammografo da 150mila euro

Tecnologia digitale, di ultima generazione, in grado di rispondere alle aspettative di salute delle donne, in particolare per quanto riguarda la patologia mammaria: si tratta del secondo mammografo, acquisito e installato nelle ultime settimane.

“Oggi la nostra offerta – spiega Marcello Intotero, direttore del Dipartimento Servizi Diagnostici e della struttura radiologica di via santi Cosma e Damiano – conta su due apparati assolutamente gemelli che garantiscono un esito dell’indagine certamente significativo”.

Il nuovo mammografo, così come quello già all’opera dall’inizio di quest’anno, consente di limitare molto, per ciascun esame, la dose radiante sulla paziente. E’ con tomosintesi, permette cioè, un’ottima e precoce immagine e interpretazione radiologica di una eventuale lesione tumorale, anche la più piccola.

“Le immagini acquisibili – aggiunge il primario – sono 2D e 3D. E’ possibile inoltre eseguire procedute bioptiche ed esami con mezzo di contrasto, consentendo così di identificare e tipizzare noduli tumorali in modo più sensibile rispetto al passato”.

I numeri “da record” della mammografia e della prevenzione

A Vimercate ogni anno si eseguono migliaia di esami di prevenzione grazie ai mammografi presenti che ora potranno essere più veloci e meno invasiva rispetto a prima. Nel 2018  sono state fatti 9.000 esami mammografici, di cui 6.500 per lo screening, 2.500 eco mammarie, 320 biopsie mammarie. Un trend che si conferma nel primo semestre del 2019 con 4.264 mammografie già fatte, 1.300 eco mammarie e 176 biopsie mammarie.

La fascia età per lo screening nel 2019 è stata ampliata a 45-74 anni (in precedenza era 50-69). Per quanto riguarda l’offerta in termini di ore di attività, dal 2018 l’ASST è passata da 68 a 97 ore settimanali.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia