Post Covid

Un “Patto per la ripartenza”, appuntamento mercoledì in Provincia

Chiamati a raccolta i principali rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni di categoria, dei sindacati, dei rappresentanti della sanità, del welfare, del terzo settore e della scuola e formazione.

Un “Patto per la ripartenza”, appuntamento mercoledì in Provincia
Monza, 20 Luglio 2020 ore 12:22

Un “Patto per la ripartenza”, appuntamento mercoledì in Provincia.  Chiamati a raccolta i principali rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni di categoria, dei sindacati, dei rappresentanti della sanità, del welfare, del terzo settore e della scuola e formazione.

Un “Patto per la ripartenza”

La Provincia, mercoledì dalle 9,30,  chiama a raccolta i principali rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni di categoria, dei sindacati, dei rappresentanti della sanità, del welfare, del terzo settore e della scuola e formazione.

L’emergenza sanitaria ha cambiato in pochi mesi lo scenario del mercato del lavoro MB facendo emergere squilibri e fragilità anche sotto il profilo sociale ma ha aperto la strada a nuove riflessioni per ripensare e rilanciare nuovi modelli di sviluppo del territorio.

Da questa premessa nasce il progetto BRIANZAReSTART: la Provincia MB ha avviato un percorso di confronto ed ascolto delle istituzioni locali e dei principali stakeholder del territorio per condividere problemi e raccogliere contributi, idee e proposte raccolte nel primo Patto per economia, welfare, formazione, territorio e mobilità che sarà siglato il mercoledì 22 luglio nella sede della Provincia MB in via Grigna, a Monza nell’ambito di una giornata intensa di lavori.

“Il territorio ha saputo reagire all’emergenza sanitaria facendo rete, partendo proprio dalle istituzioni che si sono trovate in prima linea ad affrontare problemi inaspettati e nuove fragilità – sottolinea il presidente della Provincia MB Luca Santambrogio – Dall’esperienza del lockdown la Provincia ha elaborato l’idea di un patto per unire alle istituzioni tutti i principali portatori di interesse della Brianza ed affrontare con un progetto condiviso la crisi che il Covid- 19 ha generato: questa è l’occasione per ripensare il territorio ed elaborare un modello tutto brianzolo per rimettere in moto il sistema economico, produttivo, educativo e sociale nel più breve tempo possibile. Nonostante le difficoltà questo territorio non si è mai fermato ma c’è bisogno di riflettere e dare nuova linfa ad un sistema che ha bisogno di un Restart”.

In preparazione della sigla del patto tra tutti i soggetti coinvolti, sono previste quattro sessioni tematiche con interventi di “scenario”, tavole rotonde, punti di vista delle aziende, testimonianze delle amministrazioni locali che si sono trovate in prima linea ad affrontare l’emergenza, speech con rappresentanti degli ordini professionali, del mondo accademico e dell’innovazione.

Afol Monza e Brianza presenterà, nel primo focus, una lettura ed analisi del semestre 2020 a cura dell’Osservatorio del Mercato del Mondo del lavoro. Qui potete trovare il programma completo dei lavori.

Il contributo di BrianzaReteComune

In una nota “BrianzaReteComune”, gruppo di minoranza di centrosinistra in Consiglio provinciale, specifica di non essersi  sottratto al confronto su questo percorso,  decidendo di portare un proprio contributo, già in questa prima fase, ma soprattutto in quelle successive.

“Al termine dell’ultimo Consiglio provinciale – viene sottolineato in una nota –  il gruppo di centrosinistra ha voluto sottolineare alcuni aspetti prioritari rispetto alle azioni da compiere. In particolare, un richiamo al presupposto della sicurezza sanitaria come condizione per una reale e concreta ripartenza nel campo del lavoro e della scuola. Inoltre, in ambito sanitario, l’importanza di proseguire nel percorso di riorganizzazione territoriale per giungere a una visione unitaria di insieme tra presidi ospedalieri e servizi socio-sanitari sul territorio”.

Un altro aspetto ritenuto fondamentale da BrianzaReteComune è quello della mobilità sostenibile e del trasporto pubblico, con tutte le implicazioni che la nuova situazione comporta, e l’esigenza di integrare le riflessioni sul tema con il percorso di redazione e adozione del Pums (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) che deve concretizzarsi come strumento principale di pianificazione da parte della Provincia.

Un ulteriore richiamo è stato fatto sull’importanza di un confronto rapido e tempestivo sulla riapertura del nuovo anno scolastico, con la necessità di favorire un dialogo tra i sindaci e l’ufficio scolastico territoriale.

“Il nostro gruppo c’è – hanno dichiarato i consiglieri di BrianzaReteComune – e intende lavorare all’interno di questo percorso, confidando che sia davvero un momento di confronto tra tutte le realtà a beneficio dell’intero territorio e non divenga un’occasione di semplice propaganda o un appuntamento a cui poi non riusciranno a seguire azioni concrete ed efficaci”.

TORNA ALLA HOME PAGE

 

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia