Un sopralluogo in via Don Luigi Viganò per studiare soluzioni

La priorità è mettere in sicurezza il lungo e trafficato rettilineo.

Un sopralluogo in via Don Luigi Viganò per studiare soluzioni
27 Febbraio 2019 ore 09:46

Un sopralluogo in via Don Luigi Viganò per studiare soluzioni. Amministratori e tecnici su e giù per il trafficatissimo rettilineo di  Cesano Maderno.

Un sopralluogo in via Don Luigi Viganò per studiare soluzioni

Un sopralluogo in via Don Luigi Viganò per toccare con mano lo stato di fatto e definire meglio la cura da adottare nel breve e nel lungo periodo. Giovedì mattina il presidente e il vicepresidente del comitato di quartiere San Bernardo, Attilio Perego e Luciano Rovelli, hanno accompagnato il vicesindaco Celestino Oltolini, il dirigente dell’Area tecnica, Fabio Fabbri e alcuni suoi collaboratori, il comandante della Polizia locale Luca Tagli e alcuni suoi uomini, su e giù il lungo e trafficatissimo rettilineo che collega Cassina Savina di Cesano Maderno a Seregno.

Una verifica sul campo dopo il vertice in municipio

Una verifica sul campo dopo il vertice in municipio dei mesi scorsi. “La priorità è mettere in sicurezza la strada per i pedoni; adesso fa ancora freddo, ma vogliamo che la prossima estate le famiglie con bambini possano camminare in tranquillità su via Viganò”, spiegano i vertici del comitato indicando ai loro ospiti i problemi di sosta che caratterizzano la strada che negli ultimi anni ha conosciuto un boom di aperture di attività. L’intenzione del Comune, per dirla alla Fabbri, è quella di “introdurre elementi provvisori ma capaci di dare segnali forti: l’uso disinvolto della superficie stradale dimostra che non c’è la percezione del pericolo”.

Riqualificazione definitiva non prima del 2021

L’idea è quella di definire i parcheggi, costringere le auto in transito a ridurre la velocità e creare uno spazio più sicuro per i pedoni. Previsti anche il rifacimento delle linee che delimitano gli stalli dei parcheggi, e le segnaletica orizzontale oggi sbiadita o cancellata del tutto, oltre che rappezzi del manto stradale nei punti più critici. Il tutto, come detto, per garantire più sicurezza e ordine alla caotica via Viganò, in attesa della sua definitiva riqualificazione, che non potrà avvenire prima del 2021 (stanziata a bilancio la somma di 2milioni e mezzo).

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia