Varedo, lite tra profughi al parco per un debito di 10 euro

Il creditore ha minacciato l'altro migrante con una bottiglia rotta. E' stato denunciato dai Carabinieri

Varedo, lite tra profughi al parco per un debito di 10 euro
Cronaca 29 Agosto 2017 ore 09:00

Lite tra profughi al parco di via Primo Maggio a Varedo per un debito di 10 euro: uno dei migranti ha minacciato l’altro con una bottiglia rotta e solo l’intervento di Carabinieri e Polizia locale ha scongiurato che la violenta discussione sfociasse in tragedia.

Uno dei richiedenti asilo pretendeva che gli venisse restituito il denaro

A innescare il tutto un credito di 10 euro che uno dei profughi ospitati nella palazzina di via Dante, angolo via Bagatti, vantava nei confronti di un altro. Nonostante gli chiedesse ripetutamente di restituirgli quanto gli spettava, il debitore la stava tirando un po’ per le lunghe e non si decideva a consegnargli i soldi.

Finché il creditore ha perso la pazienza, non ci ha visto più, e martedì, in piena mattinata, mentre si trovavano al parco, si è avvicinato minacciosamente all’altro profugo, chiedendo la restituzione immediata della somma.

Il creditore ha minacciato l’altro migrante con una bottiglia rotta

La discussione si è ben presto accesa e il creditore ha afferrato una bottiglia rotta, con la quale ha minacciato il debitore. Fortunatamente la reazione aggressiva è stata smorzata dall’intervento di un terzo richiedente asilo che ha assistito alla scena.

E’ stato denunciato dai Carabinieri

Nel frattempo un cittadino che in quel momento si trovava al parco ha allertato le forze dell’ordine. Sul posto sono subito accorsi i Carabinieri e gli agenti della Polizia locale, che hanno sedato gli animi. Il profugo creditore è stato deferito per minacce ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità