Cronaca

E' di Verano il campione di body building

Importante traguardo per l'istruttore di nuoto Mattia Zanutto

E' di Verano il campione di body building
Cronaca Caratese, 15 Ottobre 2017 ore 08:30

A Verano c'è un campione di body building. Allenamenti duri e costanti, da anni, e dopo tanti sacrifici, un importante titolo che corona una carriera da sportivo di grande livello. Mattia Zanutto, 33 anni, è appena diventato campione italiano di body building.

Istruttore di nuoto

Il giovane, che tanti conoscono in paese, poichè è istruttore di nuoto alla piscina comunale di Verano, si allena in palestra dall'età di 22 anni. «Frequento la City Fit Lissone, e ho già gareggiato in passato nel body building - precisa - dal 2008 al 2014; poi ho avuto una parentesi di due anni in cui ho gareggiato nel sollevamento pesi, con buone soddisfazioni. Nel 2015 ho fatto il record di panca piana nella categoria -74 kg con 150,50 kg e in successive gare avevo ottenuto due volte il terzo posto. Nel 2017, sono tornato a fare body building e ho vinto la gara di selezione Nord Italia, a Cornaredo, a giugno. Sabato scorso, 7 ottobre, infine, ho vinto, nella categoria leggeri, il titolo di campione italiano della federazione NBFI Natural body building, l'unica federazione o comunque una delle poche federazioni che effettua a tutti i test antidoping».

Il sogno di Boston

Un traguardo davvero importante che apre nuovi scenari allo sportivo veranese. «Ora grazie a questa vittoria ho accesso alle gare internazionali a cui parteciperò a fine ottobre. Sarò alla Pro Cup in Svizzera e il 18 novembre ai Mondiali a Boston, praticamente il mio sogno. Ogni persona, infatti, che gareggia nel body building desidera gareggiare in America... e finalmente ce l’ho fatta. Ho raggiunto il mio obiettivo e il mio sogno». Muscoli e tanta tenacia, ma anche tanta disponibilità, pazienza e professionalità, tra le vasche della piscina comunale.

«Lavoro con i bambini, dai tre anni in su, in piscina a Verano, e di questo sono molto contento e fiero. E’ un’attività che mi dà molte soddisfazioni», precisa Mattia.

Seguici sui nostri canali
Necrologie