Villa Reale chiusa, la Cgil: “Basta perdere tempo”

Villa Reale chiusa, la Cgil: "Un brutto messaggio. Basta perdere tempo, il Consorzio prenda decisioni, cresce l'ansia dei lavoratori"

Villa Reale chiusa, la Cgil: “Basta perdere tempo”
Monza, 02 Ottobre 2020 ore 17:25

Villa Reale chiusa, la Cgil: “Basta perdere tempo, il Consorzio prenda decisioni, cresce l’ansia dei lavoratori”. E ancora: “I cancelli della reggia rimangono ancora chiusi comunicando un messaggio negativo e scoraggiante a un territorio che vuole ripartire dopo i mesi più duri dell’emergenza sanitaria”.

Villa Reale chiusa, lo stallo

Non è bastata l’ufficializzazione della nomina del nuovo direttore generale del Consorzio Villa Reale e Parco a portare un po’ di sereno sull’edificio del Piermarini. E del resto la giornata plumbea di oggi non invitava certo a considerazioni troppo ottimistiche. E’ quello che devono aver pensato anche dalle parti di via Premuda, dove i sindacati della Cgil hanno denunciato anche oggi lo stallo che sta vivendo la Villa Reale, ormai chiusa da mesi.

Villa Reale, il defilarsi della Corte dei Conti

Una “denuncia” che arriva a distanza di pochissimo tempo dal defilarsi della Corte dei Conti di fronte al contenzioso tra concessionario (che ha in gestione il corpo centrale della Reggia) e la proprietà. “La Corte dei Conti rimanda al mittente la richiesta avanzata da Regione e Consorzio per avere un’indicazione sulla scelta da compiere sull’affaire Villa Reale – osservano i sindacati – Una decisione che rimette le responsabilità per risolvere il caso nella giusta collocazione, ossia davanti al Consorzio e al suo presidente (il sindaco Dario Allevi)”. E la Cgil spiega meglio la sua posizione: “La strada della riapertura della Villa si fa molto in salita – commenta Angela Mondellini, segretaria generale della Cgil di Monza e Brianza – e mette il Comune di Monza e il Consorzio di fronte alla necessità di assumersi presto le proprie responsabilità. A mio avviso, la risposta che la Corte ha fornito era prevedibile, le scelte spettano all’Amministrazione”.

Villa Reale, l’ansia dei lavoratori

I dipendenti hanno manifestato da tempo tutte le loro preoccupazioni con una lettera aperta proprio al sindaco Dario Allevi e un flash mob il 14 settembre davanti all’Avancorte. “Stiamo seguendo, con la categoria Filcams, tutte le evoluzioni della vicenda – aggiunge il numero uno della Cgil in Brianza – Siamo in ansia per i lavoratori e per il futuro della reggia piermariniana”.

In attesa di un Consiglio comunale ad hoc

Intanto anche i sindacati attendono con impazienza il Consiglio comunale ad hoc, in Municipio, sollecitato da Partito democratico e Movimento 5 Stelle al quale dovrebbe partecipare anche il Consiglio di gestione del Consorzio Parco Villa Reale e, con tutta probabilità il neo direttore del Consorzio stesso. “Stiamo aspettando la convocazione del consiglio comunale straordinario – fanno sapere da via Premuda – Chiederemo di essere presenti per rappresentare la condizione delle lavoratrici e dei lavoratori che animavano i luoghi della Villa e che oggi sono in cassa integrazione a zero ore e senza anticipo”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia