Villasanta

Villasanta, affaire “Ecomostro” ad una svolta clamorosa

Il curatore fallimentare Marco Cordaro ha fissato la prossima asta al 7 di ottobre con una base di partenza di 1,8 milioni di euro

Villasanta, affaire “Ecomostro” ad una svolta clamorosa
Vimercatese, 06 Agosto 2020 ore 08:06

Una svolta clamorosa per l’”Ecomostro” di Villasanta: l’immobile dell’Area Nord di via Da Vinci, realizzato per metà da Malaspina, potrebbe essere presto abbattuto per fare posto ad un polo commerciale di media distribuzione. Che potrebbe prendere ispirazione da quanto realizzato, in passato, ad Arcore, nella frazione di Bernate, o a Concorezzo (area ex Frette), dove hanno trovato posto rispettivamente McDonald’s, Aldi e Tigotà.

Una nuova porta di ingresso per il paese

E che diventerebbe la «porta» di ingresso al paese per coloro che arrivano da Arcore o da Vimercate.
Si profila una svolta clamorosa per l’annosa questione riguardante l’”Area Nord”. Un’operazione urbanistica importante che, però, se dovesse andare in posto, dovrebbe passare da una nuova variante al Piano di Governo del Territorio villasantese.

Il 7 ottobre la nuova asta

La prima certezza è che per il prossimo 7 ottobre è stata fissata, da parte del curatore fallimentare dell’Area Nord, Marco Cordaro, una nuova asta per vendere l’Ecomostro. E la base di partenza è di 1,8 milioni di euro. Ricordiamo che l’ultimo tentativo di vendita risale a ben due anni fa. Era il luglio del 2018 quando anche il quarto bando, con una base di 3,5 milioni, si chiuse con un nulla di fatto.

Davvero “pochi spiccioli” se si pensa che nel settembre del 2016, in occasione della prima asta di vendita, il valore di quello che sarebbe dovuto diventare un hotel era stato fissato in circa 6 milioni di euro.

 

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia