Cronaca

Violenta lite in condominio, denunciati due fratelli

I dissapori andavano avanti da tempo. Ieri all'arrivo della Polizia di Stato i due uomini erano armati

Violenta lite in condominio, denunciati due fratelli
Cronaca Monza, 28 Febbraio 2022 ore 12:10

Una violenta lite condominiale terminata con la denuncia di due fratelli monzesi, italiani, di 43 anni trovati armati di mazza e coltello. Nella serata di ieri domenica 27 febbraio, verso le 21 l'intervento della Polizia di Stato in uno stabile vicino allo Stadio di Monza.

Lite violenta in condominio

L'allarme è scattato in serata quando diversi cittadini allarmati e preoccupati hanno chiamato il 112 per segnalare lo scoppio della violenta lite tra condomini. Gli agenti divisi in due pattuglie dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico sono intervenuti indossando i giubbotti di protezione e ci avevano visto giusto. Salendo le scale, infatti, al  secondo piano hanno trovato due fratelli, italiani, di 43 anni, uno che impugnava un bastone lungo circa un metro, e l’altro in possesso di un coltello. I due  discutevano animatamente con un’altra famiglia residente nel medesimo stabile e gli animi si erano fatti accesi.
I poliziotti hanno proceduto a riportare la calma, disarmando i due fratelli e avviando subito dopo le indagini. Hanno così scoperto che i problemi di cattivo vicinato proseguivano da molto e tra i motivi del contendere c'erano rumori ritenuti molesti, tali da disturbare la vivibilità all’interno del condominio.

Denunciati due fratelli di 43 anni

Presso gli Uffici della Questura, gli agenti hanno poi svolto ulteriori approfondimenti e hanno scoperto che c'erano stati altri episodi critici, tanto che nello stabile le Forze dell'ordine erano già dovute intervenire anche  a fine anno e all’inizio del mese di febbraio.
Valutata la situazione nel complesso, al fine di evitare il protrarsi dello stato di tensione e scongiurare eventuali degenerazioni, il Questore  ha disposto l’avvio del procedimento a carico dei due uomini per l’applicazione di una misura di prevenzione, istruttoria iniziata con la procedura d’urgenza dal personale dell’Ufficio Polizia Anticrimine, con la ricostruzione dei fatti e delle liti anche precedenti.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie