Menu
Cerca
Cronaca

“Vogliamo tornare a scuola”: bambini e mamme in piazza contro la dad

La manifestazione si è tenuta nel pomeriggio di oggi a Monza, sotto l'Aregnario

“Vogliamo tornare a scuola”: bambini e mamme in piazza contro la dad
Cronaca Monza, 10 Marzo 2021 ore 17:25

Megafono e striscioni alla mano, bambini e mamme sono scese in piazza per protestare contro la dad. “Vogliamo tornare a scuola”, il grido dei più piccoli. La manifestazione si è tenuta nel pomeriggio di oggi, mercoledì 10 marzo 2021, a Monza, sotto l’Aregnario, divenuto ormai luogo “simbolo” delle proteste (sia degli studenti che dei genitori) contro la didattica a distanza.

Bambini e mamme in piazza contro la dad

A organizzare il sit-in di questo pomeriggio è stata Valentina Locati, monzese mamma di due bimbe, arrivata in piazza Roma poco prima delle 15 insieme a una delle due figlie, Beatrice, che frequenta le elementari. “Ho dovuto interrompere gli studi a 17 anni, per motivi famigliari, e per questo voglio che invece le mie figlie abbiamo la migliore istruzione possibile – ha spiegato – Per loro voglio il meglio, la dad funziona a livello tecnico, organizzativo, ma non basta. I bambini devono stare a scuola. Ho deciso di scendere in piazza perché, non appena appreso della decisione di chiudere nuovamente tutte le scuole, sono davvero stata presa dallo sconforto. Non so più cosa dire alle mie figlie quando mi dicono che vogliono uscire, che vogliono vedere i loro amici e che vorrebbero tanto tornare sui banchi”.

Del medesimo avviso è Giovanna Toko Ferro, anche lei madre di due figli, uno che frequenta l’asilo, l’altro in prima elementare. “Dopo un anno la soluzione è stata la medesima, chiudere tutto. I miei figli, e in particolar modo il più grande, soffre molto per questa situazione”. Senza dimenticare, ha aggiunto, le difficoltà legate alla gestione degli impegni professionali. “Lavoro full time e ho dovuto assumere una baby sitter. E’ un grosso impegno economico che non tutti possono permettersi di affrontare”.

“I giovani stanno pagando un prezzo altissimo”

Carla Tribellini (mamma di quattro figli), del gruppo La scuola è solo in presenza, è stata una delle prime a scendere in piazza. “Sono nove settimane che facciamo sentire la nostra voce. Questo perché abbiamo a cuore il futuro dei giovani ai quali deve essere garantito non solo il benessere fisico, ma anche quello mentale e sociale. In questa pandemia stanno scontando un prezzo altissimo”.

Venerdì il flash mob

Le mamme saranno di nuovo sotto l’Arengario venerdì (il 12 marzo) a partire dalle 17.30 per un flash mob dal titolo sConnessi.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli