Menu
Cerca
Covid

Volevano separarla dalla madre morente per una questione di… protocollo

E' accaduto all'ospedale di Vimercate, la denuncia di una famiglia di Bernareggio.

Volevano separarla dalla madre morente per una questione di… protocollo
Cronaca Vimercatese, 21 Aprile 2021 ore 13:17

Ha dovuto lottare, con  la minaccia di fare intervenire i carabinieri, per poter stare accanto alla madre morente dalla quale volevano separarla per una questione di “protocollo” .

E’ accaduto all’ospedale di Vimercate

Una vicenda che oltre al triste epilogo (l’anziana donna è purtroppo deceduta, vinta dal Covid), aggiunge per i parenti anche la rabbia per quanto patito.

Angelica Sala,  89 anni, di Bernareggio, era stata ricoverata all’ospedale di Vimercate per Covid. Stessa sorte il giorno dopo per la figlia Daniela. La figlia, nella stessa camera,  ha quindi potuto prendersi cura della madre, le cui condizioni, complice anche l’età avanzata, sono velocemente peggiorate.

La minaccia di far intervenire i carabinieri

Mentre la figlia è migliorata velocemente, per l’89enne si è presto capito che non c’era più nulla da fare. Improvvisamente, però, l’ospedale ha deciso di trasferire la figlia, ormai quasi guarita e prossima alle dimissioni, all’ospedale di Carate per motivi di protocollo e posti letto. Circostanza che l’avrebbe costretta ad abbandonare la madre morente. Solo la minaccia, per due volte, di allertare i carabinieri ha convinto l’ospedale a fare retromarcia. Giusto in tempo perché Daniela potesse tenere la mano della madre negli ultimi istanti di vita.

L’intera vicenda, con la testimonianza della famiglia, sul Giornale di Vimercate in edicola.

 

Necrologie