Cronaca
L’udienza

Vuole patteggiare l’autista del bus che uccise una donna mentre era su una chat erotica

L’incidente a Cinisello Balsamo l’11 dicembre 2020. Il gup è chiamato a decidere nella prossima udienza, fissata ai primi di novembre.

Vuole patteggiare l’autista del bus che uccise una donna mentre era su una chat erotica
Cronaca Monza, 23 Giugno 2022 ore 10:02

Un anno e quattro mesi con la pena sospesa: si profila il patteggiamento per Massimiliano D'Agostino, il 49enne di Monza che l’11 dicembre 2020, alla guida del bus 727 di Atm, mentre scambiava messaggi su una chat a luci rosse, investì e uccise una donna sulle strisce pedonali in via Gorki a Cinisello Balsamo.

Vuole patteggiare l’autista del bus che uccise una donna mentre era su una chat erotica

E’ quanto emerso dall’udienza celebrata di mercoledì celebrata a palazzo di giustizia di Monza, davanti al gup Marco Formentin. L’autista è accusato di omicidio stradale. Sul tavolo del magistrato è stata depositata un’istanza di patteggiamento con pena finale concordata con la pubblica accusa a un anno e quattro mesi, sulla quale il gup è chiamato a decidere nella prossima udienza, fissata ai primi di novembre. Il tribunale, infatti, ha disposto un rinvio per accertarsi che, per quel periodo, si sia perfezionato il risarcimento a favore della sorella della 53enne Cristina Conforti, la dipendente del comune di Bresso vittima dell’assurda tragedia (il marito e i due figli, infatti, hanno già ricevuto un ristoro economico dall’assicurazione).

Dalle indagini della procura sul telefonino del dipendente Atm, basate sugli accertamento del consulente Maria Pia Izzo, è emerso che il conducente del bus stava chattando su Messenger tra le 15.20 e le 15.25, e che la prima chiamata dei soccorsi è delle 15.27.

(nella foto di copertina Cristina Conforti)

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie