Menu
Cerca
Street art

Arte contemporanea sul muro di cinta dell'Ospedale Vecchio

Gli spazi pubblicitari diventano cornice delle opere di tre artisti, Massimo Divenuto, Carlo Cecaro e Marta Lucia Sosio.

Arte contemporanea sul muro di cinta dell'Ospedale Vecchio
Cultura Monza, 25 Maggio 2021 ore 12:49

L'arte contemporanea si sa, sceglie modalità di veicolazione del tutto nuove, sperimentali, spesso curiose. Ecco allora che la cornice perfetta per "assaporare" l'arte può diventare una strada, un muro, un luogo di passaggio dove chiunque può diventare spettatore.

Arte contemporanea sul muro di cinta dell'Ospedale Vecchio

Proprio in questo contesto si inserisce l'iniziativa "Venti Cartelli per un artista" in cui l'arte contemporanea di Massimo Divenuto, Carlo Cecaro e Marta Lucia Sosio trova spazio sui manifesti pubblicitari. Saranno 60 le opere che verranno esposte (per un totale di 14 giorni ad artista) anche lungo via Volturno, una delle vie che costeggia il perimetro dell'Ospedale Vecchio fino al 28 giugno prossimo.

La cornice delle opere, che rientrano nel progetto Publikart Monza, ideato dall’Associazione culturale no profit streetartpiu con Felice Terrabuio e Roberto Spadea, diventa quindi lo spazio pubblicitario, permettendo così a chi deve recarsi presso le strutture della ASST Monza, di fermarsi e vedere con sorpresa le esposizioni: una monumentale, inedita, spettacolare azione pubblica d’autore.

Il programma dell'esposizione

Il programma delle affissioni prevede l’esposizione delle opere di Massimo Divenuto con “Face Off - la faccia “fuori” E non solo la faccia, tutto il corpo, l’anima, la carne e lo spirito”, fino al 30 maggio, seguirà Carlo Cecaro dal 31 maggio al 13 giugno e infine Marta Lucia Sosio, dal 14 al 28 giugno.

“Un’azione di appropriazione e contaminazione estetica di una intera via che si trasforma ogni volta nella visione poetica, nel set mentale, nella narrazione visiva dell’autore. Venti opere inedite pronte a vivere in una azione di contaminazione e proliferazione visiva”, ha commentato il critico d’arte Vittorio Raschetti.

Necrologie