“Barlassina Open Art”, tre giorni con giovani pittori, cavalletti e colori

Laboratori e concerti, ma anche la consegna della cittadinanza benemerita alla professoressa Porro

“Barlassina Open Art”, tre giorni con giovani pittori, cavalletti e colori
26 Maggio 2017 ore 16:52
Piazza Cavour come Montmartre. Con questo spirito Barlassina si prepara all’edizione 2017 di “Barlassina Open Art”, rivolta soprattutto ai giovani e alla loro vena artistica. Si tratta di un’iniziativa di arti visive contemporanee sostenuta dalla Bcc di Barlassina.

Pittura e musica in piazza Cavour

Tre giorni all’insegna di colori, pittori e artisti. Protagonisti i giovani studenti dei licei artistici della zona che realizzeranno le loro opere “en plen air”, ossia all’aria aperta, e che affiancheranno i ragazzi delle medie nei loro lavori. In programma poi tanti laboratori per bambini e, alle 21 di oggi, l’inaugurazione del murales realizzato da Ruggero Asnago: A seguire il concerto del corpo musicale “Giuseppe Verdi” che festeggia i 120 anni.
Sabato invece, oltre ai lavori realizzati dai ragazzi delle scuole, sarà presente il mercatino della Cooperativa Solidarietà Sociale di Barlassina. Nel pomeriggio laboratori per i bimbi e la possibilità per tutti i presenti di vedere realizzata la propria caricatura in pochi minuti. Alle 21 il duo musicale Walter Muto e Carlo Pastori porterà “Una notte italiana a Montmartre”.

Domenica la consegna della benemerenza

Domenica, oltre ai lavori e alle opere che realizzeranno gli studenti, ci sarà la consegna della cittadinanza benemerita alla professoressa barlassinese Antonietta Porro, professore ordinario di lingua e letteratura greca all’università Cattolica di Milano. Nel pomeriggio, oltre al proseguo dei laboratori, ci sarà la consegna degli attestati agli studenti e le premiazioni per il concorso «Il quadro più…». A concludere “Barlassina Open Art” sarà il corpo musicale Santa Cecilia di Barlassina con il concerto delle 17.
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia