Disagi

Besanino troppo pieno, gli studenti devono andare a scuola in bus

Il treno aveva raggiunto la capienza massima consentita dalle norme anti Covid-19. Il convoglio è poi ripartito con un'ora di ritardo.

Besanino troppo pieno, gli studenti devono andare a scuola in bus
Caratese, 17 Settembre 2020 ore 08:32

Besanino troppo pieno, gli studenti devono andare a scuola in bus. Il treno aveva raggiunto il massimo della capienza consentita dalle attuali norme per fronteggiare il coronavirus. Le segnalazioni dei pendolari.

Besanino troppo pieno

“I nostri figli fermi a Molteno in attesa dei bus che li portino a scuola” . E ancora: “Studenti fermi a Molteno per sovraffollamento chiamati i carabinieri un giorno di liceo perso. Povera Italia!”.

Queste solo due delle segnalazioni giunte in redazione che certificano la difficoltà del collegamento Milano Lecco, via Molteno.  Il convoglio sovraffollato non ha potuto proseguire la corsa, alcuni passeggeri hanno dovuto così scendere e raggiungere Lecco in bus. Criticità che si riscontrano anche andando sul sito di Trenord che recita così:

Come previsto da protocolli sicurezza, per tutelare se stessi e gli altri, l’accesso ai treni è limitato al mantenimento della distanza tra le persone, di almeno un metro. Sul treno 5123 (MONZA 06:37 – LECCO 08:05) è stato raggiunto il massimo della capienza. I clienti, in alternativa, possono utilizzare 2 bus: uno in partenza dalla stazione di MOLTENO alle ore 08:10 circa l’altro dalla stazione di OGGIONO alle ore 08:15 circa.

Per informazioni si consiglia di prestare attenzione agli annunci e ai monitor di stazione e di seguire il proprio treno sull’App Trenord digitando il numero della corsa nella sezione “Ricerca”.

Ai  disagi si sono poi aggiunti disagi. Sempre dal sito di Trenord

17/09/2020 08:43

AGGIORNAMENTO: l’intervento delle Forze dell’ordine a bordo del treno 5123 (MONZA 06:37 – LECCO 08:05) per rispetto misure di sicurezza Covid-19 ha causato la sosta prolungata a MOLTENO del convoglio, che è ripartito e viaggia con 62 minuti di ritardo.

 17/09/2020 08:34

Il treno 5134 (LECCO 08:07 – MILANO P. GARIBALDI 09:43) oggi non circolerà per le conseguenze dell’eccessivo ritardo del convoglio in arrivo rallentato da un intervento delle autorità per rispetto disposizioni Covid-19.

Si ricorda che con biglietti e abbonamenti STIBM è possibile viaggiare sugli altri mezzi di trasporto pubblico disponibili senza costi aggiuntivi.

17/09/2020 08:21

Si informa che il treno 5123 (MONZA 06:37 – LECCO 08:05) è attualmente fermo nella stazione di MOLTENO per mancato rispetto delle misure di sicurezza Covid-19.

 

L’intervento del consigliere regionale Straniero

Ieri sulla criticità dei treni, relativamente al primo giorno di scuola,  era intervenuto il consigliere regionale del Partito democratico, Raffaele Straniero. Ecco il suo intervento.

“A Lecco le difficoltà si sono manifestate in modo macroscopico, con studenti che sono arrivati a casa con 2 o 3 ore di ritardo. Per questo ritengo necessario un intervento immediato e urgente dell’assessore regionale ai Trasporti Claudia Terzi su Trenord, affinché vengano assicurati i convogli necessari per salvaguardare la sicurezza dei viaggiatori, ma contemporaneamente il diritto degli stessi a trovare posto sul treno”.

Anche sulle alternative Straniero vorrebbe vedere più attenzione

“Ora sono stati previsti dei bus di rinforzo e va bene, ma occorre vigilare per valutare precisamente le necessità dell’utenza. Sicuramente ci vogliono più convogli e non basta: bisogna prestare attenzione allo stato di manutenzione di questi ultimi perché se Trenord fa circolare materiale rotabile in pessime condizioni poi i disagi si creano lo stesso in quanto guasti e ritardi tornano all’ordine del giorno. Non ci servono certo soluzioni raffazzonate”.

A giudizio del consigliere regionale le scuole hanno fatto la loro parte per la ripresa delle lezioni in sicurezza “perciò, anche Trenord deve fare la sua parte e la Regione deve vigilare perché la faccia bene”.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia